Favignana: affissa una targa in memora di Sebastiano Tusa

“Quello di oggi è un gesto che mi riempie di gioia, perché le isole 
Egadi erano il luogo dell’anima di Sebastiano”. Con queste parole 
Valeria Li Vigne, sovraintendente del Mare, rin-grazia il sindaco del 
Comune di Favignana – Isole Egadi Francesco Forgione e la sua Giunta 
per l’intitolazione di un’area museale all’interno dell’ex 
Stabilimento Florio al compianto archeologo Sebastiano Tusa.
In occasione della ricorrenza dell’anniversario della storica 
“Battaglia delle Egadi” e della “Giornata dei beni culturali 
siciliani” dedicata alla memoria dell’ex assessore regionale, 
scomparso il 10 marzo di due anni fa in un tragico incidente aereo, 
con una cerimonia sobria, e nel rispetto delle norme anticovid, è 
stata svelata la targa affissa all’ingresso della sala “Antiquarium” 
all’interno dell’ex tonnara.
“Senza il lavoro, la passione e l’amore di Sebastiano Tusa, con le sue 
ricerche e la sua attività scientifica sul nostro territorio e nel 
nostro mare, gran parte della storia, non solo delle Egadi, ma del Mar 
Mediterraneo, sarebbe rimasta sconosciuta ai più – dichiara il sindaco 
Forgione –  L’archeologo Sebastiano Tusa è cittadino onorario di 
questo Comune e con questa cerimonia di oggi, semplice ma dall’alto 
valore simbolico, consegniamo alle migliaia di persone che visiteranno 
Favignana una testimonianza importante nella costruzione culturale 
della memoria e di quanto lasceremo in eredità, in termini di valore, 
alle giovani generazioni, grazie alle quali Sebastiano Tusa continuerà 
a vivere tra noi”.
Alla cerimonia di questa mattina, oltre al primo cittadino e alla sua 
giunta, erano presenti an-che la presidente del Consiglio Manuela 
Serra, la presidente del Distretto Turistico Sicilia Occi-dentale 
Rosalia D’Alì, la dirigente del Museo regionale di Trapani “A. Pepoli” 
Maria Concetta Scavone, la funzionaria della Sovrintendenza del Mare 
Francesca Oliveri, il direttore dell’Area Marina Protetta Salvatore 
Livreri Console e le autorità civili e militari. Per impegni 
istituzionali non ha potuto partecipare l’assessore regionale ai Beni 
culturali Alberto Samonà che ha comunque inviato i suoi saluti al 
primo cittadino.
“Per noi il 10 marzo è sempre stata una data importante – dichiara 
Valeria Li Vigni – Per me lo era prima accanto a Sebastiano, ora come 
sovraintendente del Mare, un ruolo grazie al quale continuo ad avere 
un’attenzione particolare per questo arcipelago che ha fornito esiti 
importanti di ricerche e scoperte. Sebastiano è riuscito a focalizzare 
in queste isole grandi fondazioni, grandi docenti ma anche grandi 
risorse economiche che hanno contribuito a creare questo meraviglioso 
museo della Battaglia delle Egadi.”