“Ripuliamo Marsala”. Il sindaco propone alle aziende vinicole un patto sociale a tutela del territorio

La sollecitazione che avete fatto merita il plauso dell’Amministrazione perchè, per sentirsi comunità, è necessario procedere insieme. E siamo qui anche per trovare soluzioni alle criticità che ci avete portato all’attenzione, alcune delle quali sono conseguenze di un contratto per il servizio di raccolta differenziata che dovremo rispettare ancora per quasi cinque anni. In ogni caso, abbiamo posto in essere concrete iniziative sia dal punto di vista repressivo, sia con forme di sensibilizzazione e coinvolgimento dei cittadini”.

Lo ha affermato il sindaco Massimo Grillo nel corso dell’incontro di ieri con una rappresentanza di titolari di Aziende vinicole. Gli stessi, nei giorni scorsi, avevano chiesto all’Amministrazione Grillo di fare fronte comune in tema ambientale e di decoro della città, al fine di rendere Marsala sempre più accogliente. Nino Barraco, a nome degli altri responsabili del settore vinicolo, ha fatto una sintesi delle proposte per debellare l’abbandono dei rifiuti nelle campagne, un’offesa alla bellezza del nostro paesaggio agricolo e naturalistico: collaborare al rafforzamento del senso civico e alla formazione di una coscienza ambientale fin dalle scuole; avviare una campagna di sensibilizzazione della cittadinanza, anche attraverso cartellonistica da collocare nel territorio; posizionare più isole ecologiche in centro, periferia e borgate; promuovere incentivi, quali premialità o riduzione Tari, per i cittadini virtuosi; azioni di controllo e vigilanza con l’utilizzo di droni. L’assessore Michele Milazzo – presente all’incontro assieme al comandante della Polizia municipale Vincenzo Menfi e al responsabile di zona dell’Energetikambiente Andrea Aiello – nel ringraziare gli intervenuti per i costruttivi suggerimenti, ha illustrato quanto è stato finora attuato per rendere Marsala più pulita, a cominciare dalla quotidiana rimozione di microdiscariche e ingombranti, il posizionamento di isole ecologiche mobili nei quartieri popolari, il coordinamento di giovani volontari in iniziative ecologiche, l’istituzione dell’Ispettore Ambientale, l’attività di sorveglianza e repressione unita alla lotta all’evasione dei tributi. 

“La vostra collaborazione, ha affermato l’assessore Milazzo, offre l’opportunità di intensificare il nostro programma e incidere maggiormente su taluni aspetti. Oggi, constato che possiamo davvero contare sulle Aziende in termini di aiuti concreti”. I titolari, infatti, hanno dato la propria disponibilità sia a finanziare talune azioni, sia ad essere coinvolti quali “sentinelle” dei terreni coltivati. Un’ ulteriore mano tesa particolarmente apprezzata dal sindaco Grillo che, a conclusione del suo intervento, ha lanciato l’idea di un “Patto Sociale che metta insieme più categorie del territorio al fine di condividere le scelte e renderle protagoniste di una città migliore, a cominciare dalla pulizia e dal decoro. Ascoltare la comunità e poi agire è il giusto metodo per mettersi al servizio della città”. Prima di chiudere l’incontro, il comandante Menfi ha chiarito alcuni aspetti riguardanti strumenti di controllo e privacy; mentre il dr. Aiello ha illustrato il servizio di pulizia, con le nuove modalità di svolgimento che l’Amministrazione comunale intende introdurre.