Controlli allo ZEN: denunciati due abusivi, un arresto per droga

Un altro intervento dei Carabinieri nel quartiere “Zen 2” porta ad un arresto e due denunce in stato di libertà: si tratta del bilancio di un servizio straordinario di controllo del territorio messo in atto dalla Compagnia San Lorenzo per portare avanti l’incisiva attività di contrasto alle illegalità diffuse e di controllo del rispetto delle misure di contenimento del Covid-19.

Coadiuvati da personale dell’I.A.C.P. (Istituto Autonomo Case Popolari della Provincia di Palermo) e da tecnici Enel, i militari hanno accertato che I.g., classe ’66, e A.g, classe ’94, entrambi palermitani, gestori rispettivamente di un negozio di bevande ed alimenti e di una rivendita di bevande in un garage, avevano illecitamente allacciato l’impianto elettrico delle attività alla rete pubblica: i due sono stati denunciati in stato di libertà per furto aggravato, e nel caso di I.g., anche per occupazione abusiva. Sono in corso gli accertamenti sulla natura abusiva dell’attività di A.g.

Non è mancata anche l’attività antidroga, che ha portato all’arresto del 20enne B.n., già noto alle forze di polizia. Il giovane palermitano è stato trovato in possesso di 500 euro in banconote di piccolo taglio, verosimile provento dell’attività di spaccio, e di 4 involucri di marijuana. Per lui sono scattate le manette, e a seguito della convalida dell’arresto da parte del G.I.P. di Palermo, è stata applicata la misura cautelare dell’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria. Sequestrati il denaro e la sostanza stupefacente, che verrà analizzata dal competente Laboratorio del Comando Provinciale di Palermo.

Sono quasi 130 i controlli effettuati, fra persone e veicoli; solo a fine febbraio, un’attività analoga aveva portato a due arresti, due denunce e sanzioni amministrative per oltre 25.000 euro.