Gelarda e Luparello (Lega): “Sicilia di nuovo in zona arancione ma ztl a Palermo ancora attiva. Assurdo e vergognoso”

Con il ritorno in zona arancione della Sicilia- ennesima mazzata, e questa volta non giustificata dai numeri, alle attività produttive e in generale al sistema economico siciliano- credevamo che la ztl di Giusto Catania e del Sindaco Orlando venisse sospesa immediatamente dichiarano il capogruppo della Lega a Palazzo delle Aquile Igor Gelarda e la responsabile provinciale della lega Giovani Elisabetta Luparello. Eppure nessuna notizia fino ad ora è arrivata in questo senso e i varchi sono attivi. La cosa più logica e di buonsenso che avrebbe potuto e dovuto fare l’Assessore Catania era quella di sospenderla fino alla fine della Pandemia, piuttosto che accenderla e spegnerla arrecando confusione tra i cittadini palermitani e caos in città. Quindi chiediamo, come credo il 99% dei cittadini palermitani che la Ztl venga immediatamente sospesa, fino a quando l’Organizzazione Mondiale della Sanità non dichiarerà che è cessata l’emergenza Covid 19 e fino a quando non verrà messo in sicurezza il ponte Corleone e riaperta la carreggiata di viale Regione Siciliana all’altezza di via P.pe di Paternò . E’ preoccupante che chi ha una visione della città così evoluta come l’assessore Catania, che parla di città Bioecologica per ciò che concerne il Piano Regolatore, non si renda conto del danno che sta facendo alla città una ztl così strutturata e attiva in questo momento” concludono Gelarda e LuparelloArea degli allegati