Ancora caos alla Fiera di Palermo per i vaccini, interrogazione di Schillaci (M5S) a Razza: “Inammissibile fare attendere i fragili per ore, si corra ai ripari”

“Non è ammissibile fare attendere per ore persone in condizioni precarie di salute, l’organizzazione dei vaccini alla Fiera di Palermo continua ad essere disastrosa, l’assessore  Razza e il commissario per l’emergenza Covid a Palermo intervengano”.
Lo afferma la deputata regionale 5stelle Roberta Schillaci, che sulla vicenda ha depositato un’interrogazione indirizzata al presidente della regione Musumeci e all’assessore alla Salute Razza.
“Dopo l’avvio caotico – afferma Schillaci – la situazione non ci sembra migliorata granché. Le attese sono ancora lunghissime e sicuramente non accettabili per chi è in condizioni precarie di salute, come sono tanti delle categorie chiamate ora per i vaccini. E tutto ciò con l’aggravante delle condizioni meteo di questi giorni, non certo delle migliori, che costringono all’attesa al freddo e anche sotto la pioggia”.


“Le lunghe attese – aggiunge Schillaci – oltre a creare enormi difficoltà a chi è in coda, creano pericolosi assembramenti che espongono al rischio di contagio persone che, in quanto fragili, da mesi conducono una vita di clausura per evitare pericolosi contatti anche con parenti stretti e amici: sarebbe paradossale che contraessero il virus proprio nel tentativo di mettersi al sicuro dal contagio”.

“Anche se comprendiamo – conclude Schillaci – l’importanza di correre sul versante delle vaccinazioni, chiediamo però di rivedere il meccanismo delle prenotazioni: le interminabili code e gli inevitabili conseguenti assembramenti sono da evitare ad ogni costo”