Marsala. Sindacati a confronto con l’Amministrazione

A poco più di tre mesi dal primo incontro conoscitivo, nuovo confronto a Marsala tra Organizzazioni sindacali e Amministrazione comunale. A Palazzo Municipale, il sindaco Massimo Grillo e il suo vice Paolo Ruggieri si sono si sono riuniti la scorsa settimana con i rappresentanti comunali Antonio Chirco (CISL), Giuseppe Tumbarello (UIL) e Piero Genco (CGIL), affrontando taluni problemi – lavoro e crisi economica su tutto – che si sono acuiti a causa della pandemia ancora in corso. Ma ampio riferimento è stato fatto anche alla progettualità in corso (Agenda Urbana, Area Vasta, Bretella autostradale, Passaggi a livello, Waterfront…) su cui le Organizzazioni hanno chiesto lo stato dei lavori, tenuto conto della positive ricadute in termini occupazionali nei settori cruciali, quali agricoltura, turismo e trasporti. Il sindaco Grillo ha fatto il punto della situazione su ciascuna tematica, notiziando i rappresentanti sindacali sulle novità: “I progetti della precedente Amministrazione sono della Città e, in tal senso, ci stiamo adoperando per proseguire l’iter ma con un nuovo metodo. In pratica, occorrono approfondimenti per alcune opere in cantiere, risolvendo di pari passo taluni problemi organizzativi. Il tutto in una logica aziendale che riteniamo utile e fondamentale per meglio programmare il futuro della città”. Su riassetto dell’organico comunale e concorsi pubblici si è invece soffermato il vice sindaco Ruggieri, rappresentando quelle che sono le carenze di personale, soprattutto con riguardo alle professionalità dirigenziali e tecniche. Alle perplessità manifestate nel corso dell’incontro da Piero Genco, con riguardo alla mancata concertazione/condivisione per talune questioni importanti, il sindaco Massimo Grillo ha ribadito che “la programmazione di questa Amministrazione avverrà col nuovo bilancio, per la cui predisposizione si sta lavorando alacremente”. Ed ha aggiunto: “Il nostro metodo di lavoro include la sottoscrizione di un Patto Sociale in cui sarà essenziale la collaborazione dei cittadini in tema di beni comuni. Lo scopo è quello di coinvolgere categorie produttive e professionisti per renderli protagonisti dei prossimi cambiamenti. Sono certo che le Forze Sindacali saranno al nostro fianco, contribuendo anche a cogliere l’opportunità offerta dal Recovery Fund, alle cui risorse – è bene chiarirlo – si attinge solo se si hanno i progetti pronti. E su questi stiamo lavorando, raccordandoci con la Regione”.