Il Comune di Partanna aderisce a ‘M’illumino di Meno’

Il Comune di Partanna aderisce, anche per l’edizione 2021, a ‘M’illumino di Meno’, la Giornata del risparmio energetico e degli stili di vita sostenibili lanciata dalla trasmissione Caterpillar e Rai Radio2 nel 2005: l’edizione 2021 torna venerdì 26 marzo ed è dedicata al “Salto di Specie”, l’evoluzione ecologica nel nostro modo di vivere che dobbiamo assolutamente attuare per uscire migliori dalla pandemia.  L’invito di M’illumino di Meno 2021 è raccontare i piccoli e grandi Salti di Specie nelle nostre vite. Quelli già fatti e quelli in programma: dalla mobilità all’abitare, dall’alimentazione all’economia circolare.

“Il nostro Comune – dice il sindaco Nicolò Catania – già da diversi anni aderisce con convinzione a quest’importante giornata giunta ormai alla sua 16^ edizione, puntando alla sensibilizzazione della popolazione su un tema cui siamo chiamati tutti a riflettere, nell’interesse della qualità della vita generale”.

“Siamo sostenitori della prima ora della campagna sul risparmio energetico – aggiunge l’assessore alla Cultura e alle Politiche sociali Noemi Maggio – e nel tempo abbiamo invitato i cittadini ad aderire all’iniziativa, spegnendo le luci anche nelle abitazioni private, dando un segno seppur simbolico, di condivisione contro lo spreco di risorse. Anche quest’anno siamo presenti”.

Quest’anno l’Amministrazione Comunale condividerà l’iniziativa con il Lions Club di Castelvetrano.

“La tematica del risparmio energetico e degli stili di vita sostenibili – commenta la Presidente del Lions Club di Castelvetrano, Caterina Mangiaracina – è un tema a noi molto caro. Il 26 marzo, a Partanna, il Campanile di San Francesco d’Assisi si spegnerà per M’illumino di meno, grazie alla collaborazione istituzionale con il Comune. Ringrazio vivamente l’Amministrazione comunale perché, pur aderendo autonomamente all’iniziativa, ha accolto nostra la richiesta di condividere lo spegnimento di un sito della città quale segno di condivisione di intenti e di percorsi culturali comuni. Sarà l’occasione per riflettere su come migliorare il nostro modo di vivere il Pianeta, anche attraverso piccoli gesti in grado di generare una concreta evoluzione ecologica, non dimenticando che la Terra, le città, i quartieri, le campagne, i mari, hanno bisogno di tutta la nostra attenzione ogni giorno per tutti i giorni dell’anno”.