Ex spazio fieristico viale Kennedy a Catania. Ersilia Saverino: “Riqualificarlo per garantire il decoro del territorio e la sicurezza di tutti”

Completamente abbandonato e senza nemmeno un piano di riqualificazione che preveda la sicurezza e gli interventi strutturali per l’ex spazio fieristico del viale Kennedy a Catania. Un’area enorme che nel recente passato ha ospitato solo qualche circo e un campo rom con tanto di edifici fatiscenti e ridotti a scheletri di cemento armato. Ho segnalato personalmente il problema alle istituzioni competenti prima come consigliera comunale ed ora come Presidentessa dell’Assemblea Provinciale di Catania per il Partito Democratico. La sottoscritta, Ersilia Saverino, più volte ha ribadito la necessità di rivalutare l’area e recuperarla attraverso urgenti interventi strutturali. Un iter burocratico che si può attivare attraverso fonti europei dove, alla base di tutto, ci dev’essere una precisa volontà politica e una forte programmazione. Questa parte del viale Kennedy resta ancora transennata per questioni di pubblica incolumità. Un provvedimento che doveva essere temporaneo e che, al contrario, si è trasformato in una soluzione definitiva. Oggi, pur tra mille incertezze dettate dall’emergenza Covid-19, non si può parlare di area turistica da rilanciare se poi l’ex spazio fieristico resta interdetto e abbandonato da tutti. O meglio, sulla carta, tra recinzioni e transenne, sarebbe vietato l’accesso alle persone ma di fatto qualcuno scavalca le recinzioni tra l’indifferenza generale. Controlli delle forze dell’ordine e manutenzione costante rappresentano un trampolino obbligatorio per il rilancio definitivo dell’ex spazio fieristico del viale Kennedy.