Meritocrazia Italia solo dalla parte del cittadino

Un’aggregazione di persone competenti ciascuna nel proprio settore e di buona volontà, consapevoli delle difficoltà vissute quotidianamente e pronte a fornire soluzioni concrete e sostenibili, in assoluta indipendenza ed autonomia. Con il solo obiettivo di un percorso entusiasmante, per quanto irto, per riaccendere la speranza di un presente e di un futuro migliori e fare della cittadinanza attiva strumento di crescita ed arricchimento collettivo, attraverso il miglioramento del singolo. Perché la vera ricchezza è nella diversità delle tante prospettive individuali.

Ne hanno parlato, ieri, domenica 28 marzo, confrontandosi, il Presidente Walter Mauriello, i più alti Dirigenti di MI, Paolo Patrizio (Capo Gabinetto), Alessia Fachechi (Responsabile Nazionale dei Dipartimenti), Manuela Lampitella (Coordinatrice Nazionale), Alfonso Quarto (Presidente di CREA, la scuola di formazione politica di MI), brillantemente moderati dal giornalista Attilio Romita e da Roberto Castaldo (Manager media di MI).

Chi siamo e dove andiamo, gli interrogativi a cui hanno fornito risposta.

Ne è emersa una organizzazione capillare (a livello regionale con i Coordinamenti e nazionale con i Ministeri, Dipartimenti tematici di studio) ed una progettualità funzionale, fondata su un metodo di pensiero e di azione, in grado di coinvolgere personalità e capacità molteplici e differenti tra loro. Tutte unite dal percorso e dalla passione per il logo.

Ne sono espressione fattiva e concreta il Progetto Italia e Nuovo Progetto Italia, il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, nonché i numerosi comunicati e proposte di legge. Alla base, un confronto giornaliero.

Le dichiarazioni del Presidente Nazionale la perfetta sintesi conclusiva dell’anima di Meritocrazia Italia:” Il cittadino è tale anche dopo le elezioni. Non può essere considerato suddito, nè in tal senso deve agire. Meritocrazia Italia vuole essere la dimostrazione che esiste un popolo che vuole reagire. Che vuole creare uno Stato diverso con competenza, garbo e umiltà. Questa dovrebbe essere la normalità, anche per coloro che detengono il potere. La discrepanza tra la politica e la realtà e le vere esigenze dei cittadini è ormai evidente. Meritocrazia Italia mira a ridurre le distanze ed a rendere la politica più ricca di doti umane e professionali”.

Il webinar è stato registrato e potrà essere seguito sulla pagina nazionale Fb dell’associazione “L’Italia che Merita”.