Vino, Terre di Giumara di Caruso&Minini conquista la medaglia d’oro al Mondus Vini

In tempi di pandemia questa è una di quelle notizie che dà energia e grinta. Il Terre di Giumara Nero d’Avola 2019 di Caruso&Minini ha ottenuto la medaglia d’oro alla ventottesima edizione del “Mondus Vini”, il Gran Premio Internazionale del Vino svoltosi recentemente.

“In questo periodo così difficile per il mondo intero arrivano le prime soddisfazioni, frutto del duro lavoro e della passione che mettiamo dentro ogni singola bottiglia” – scrivono dall’azienda vinicola lilibetana nel dare notizia del traguardo raggiunto.

“Dopo severe regole che limitano la premiazione, solo il 40% dei partecipanti ha ottenuto un riconoscimento. Quest’anno sono state assegnate 1546 medaglie d’oro e 1339 medaglie d’argento e siamo molto fieri e orgogliosi che il nostro vino faccia parte di queste”-  dicono i rappresentanti di Caruso&Minini.

Terre di Giumara nasce da un’attenta selezione manuale, dopo la quale le uve macerano e fermentano in acciaio inox ad una temperatura controllata. Segue poi un affinamento del 30% in barrique per 4 mesi ed altri 8 mesi in acciaio.

Rosso intenso con riflessi purpurei esprime note eleganti di frutta a bacca nera come ciliegia e prugna e grazie ai tannini vellutati in bocca risulta essere armonico e ben equilibrato.