Bocciatura bilancio consolidato del Comune, Anello (Lega): “Sindaco Orlando ormai solo, dentro e fuori Palazzo delle Aquile”

“La bocciatura in consiglio comunale del bilancio consolidato del Comune di Palermo è un passaggio molto grave per l’amministrazione guidata dal sindaco Orlando che adesso si troverà alle prese con una serie di interventi che non potranno essere messi in atto così per come erano stati annunciati, a partire dalle assunzioni e stabilizzazioni”.

Lo dichiara Alessandro Anello, segretario cittadino della Lega, consigliere comunale e vicepresidente della commissione attività produttive, commentando la bocciatura del bilancio consolidato del Comune di Palermo avvenuta oggi a Sala delle Lapidi.

“Adesso non vorrei – continua Anello – che Orlando, come è solito fare, rigirasse la frittata addossando al consiglio comunale le responsabilità di quello che invece è un suo personale fallimento politico, ovvero quello di non avere più una maggioranza in aula con cui portare avanti l’attività amministrativa attiva della città. L’avevo annunciato in occasione della mozione di sfiducia al primo cittadino che sarebbero stati mesi di lenta e lunga agonia per Palermo, ed è quello che si sta verificando giorno dopo giorno. Atto dopo atto. La maggioranza targata Orlando si è dimostrata inesistente, non è stata in grado di essere presente in aula e votare un atto bocciato con solo 13 voti a favore, 4 contrari e 9 astensioni. Orlando è un sindaco ormai solo – conclude Anello – sia dentro che fuori Palazzo delle Aquile”.