Marsala: rinnovato il brevetto per 15 operatori BLSD

Il Sindaco Massimo Grillo: “Ringrazio il Rotary per la formazione del personale municipale e i partecipanti per la disponibilità e l’interesse dimostrati”

Quindici dipendenti del Comune di Marsala hanno rinnovato per altri due anni il brevetto di operatore BLSD. Ciò grazie alla frequenza di un apposito corso di formazione coordinato dal Presidente della commissione BLSD del Rotary Club, Goffredo Vaccaro, e collaborato dagli Istruttori Riccardo Lembo, Simonetta Alagna, Peppe Angileri, Giuseppe Lembo e Nino Guercio.
A conseguire il brevetto sono stati i dipendenti Antonio Alagna, Roberto Aleo, Tiziana Bacello, Antonino Barraco, Antonio Cappitelli, Cosimo Chirco, Maria Stella Chirco, Giancarlo Marino, Giuseppe Marino, Antonella Occhipinti, Rocco Occhipinti, Antonio Piazza, Vincenzo Pipitone, Vito Pizzo e Antonio Sparla. Per conseguire il brevetto i nuovi operatori hanno dovuto superare una prova pratica e un test. “Desidero ringraziare la commissione BLSD del Rotary e in particolare il Presidente Goffredo Vaccaro, il componente Riccardo Lembo, nonché il Presidente del Club di Marsala Giuseppe Abate e tutti gli Istruttori per la loro disponibilità a formare gratuitamente i nostri dipendenti, all’occorrenza in grado di assicurare la rianimazione cardio-polmonare con l’utilizzo del defibrillatore – precisa il Sindaco Massimo Grillo. E’ un’opera meritoria quella che il Rotary attua senza alcun scopo di lucro in tutta la Sicilia. Nel contempo, desidero rivolgere un plauso anche ai nostri dipendenti che hanno aderito a questo progetto, rendendo così più sicuri i nostri uffici. Avere persone qualificate che siano in grado di prestare un primo soccorso adeguato è, infatti, garanzia non solo per gli altri impiegati ma anche per gli utenti che frequentano gli uffici comunali. Il nostro intento è quello di avere sempre più operatori, non solo al Comune ma in tutta la città”. La novità del corso, tenutosi a San Pietro, è stata quella che gli operatori sono stati formati secondo la nuova normativa anti covid. Diversi, infatti, gli accorgimenti da porre in essere per prestare soccorso in tempo di pandemia.