Messina, M5S: approvato al Viminale il Piano di Riequilibrio Finanziario del Comune

 “Nell’ultima seduta della Commissione di Stabilità finanziaria per gli Enti Locali, tenutasi al Viminale, è stata approvata la relazione sul piano di riequilibrio finanziario pluriennale 2014 – 2033 presentato dal Comune di Messina nel dicembre del 2012.

Una attesa lunga quasi 10 anni che consentirà all’amministrazione comunale messinese di iniziare un percorso virtuoso per uscire finalmente dall’incubo del dissesto finanziario. 

Il Sottosegretario al Ministero dell’Interno del MoVimento 5 Stelle Carlo Sibilia, comunicandoci questa importante notizia, ha specificato che, il Viminale deliberando l’approvazione del piano di riequilibrio e a seguito dell’eventuale positivo giudizio della Corte dei Conti siciliana, potrà corrispondere, a saldo, fino a 300 euro pro capite per ogni abitante”, dichiarano i parlamentari messinesi Francesco D’Uva, Grazia D’Angelo, Barbara Floridia e Antonella Papiro.

I membri del Gruppo consiliare del MoVimento 5 Stelle, formato da Cristina Cannistrà, Andrea Argento, Giuseppe Fusco e Paolo Mangano aggiungono: “Siamo soddisfatti che, finalmente dopo anni, si sia giunti all’approvazione del Piano di Riequilibrio. Abbiamo sempre votato e riconosciuto i debiti fuori bilancio, come azione necessaria per ridurre il debito del Comune di Messina. 

Il nostro Comune aveva attivato presso il Ministero dell’Interno la relativa procedura ed ottenuto dallo stesso Ministero una anticipazione dal Fondo di Rotazione. In questi anni, l’Ente ha usufruito di numerose rimodulazioni del piano originario, come era consentito dalle normative susseguitesi nel tempo.

Un passo avanti fondamentale per scongiurare un aggravamento delle condizioni finanziarie dei messinesi evitando, così, di lasciare debiti alle future generazioni”.