Pantelleria. Nascondevano hashish nell’insalatiera: 2 arresti

I Carabinieri della Stazione di Pantelleria, nel corso specifico servizio finalizzato contrasto dei reati in materia di sostanze stupefacenti, hanno arrestato due uomini, un 42enne trapanese, già gravato da precedenti di polizia, e un 50enne pantesco, entrambi disoccupati.

Più nello specifico, durante lo svolgimento di un posto di controllo, gli operanti hanno notato una autovettura che, improvvisamente, invertiva il proprio senso di marcia effettuando una manovra non solo pericolosa per gli utenti della strada, ma che ha destato il sospetto che il conducente volesse sottrarsi ad un eventuale controllo. Fermato il veicolo e richiesti i documenti di circolazione e di guida, il conducente, identificato nel 42enne trapanese, ha dato informazioni fuorvianti circa il suo domicilio sull’isola, apparendo insofferente ed ansioso. Le circostanze hanno indotto i Carabinieri ad eseguire una scrupolosa attività di perquisizione estesa anche ad una abitazione, risultata essere di proprietà del 50enne pantesco, in quanto luogo di dimora per entrambi.

Nel corso di tale attività, i Carabinieri hanno rinvenuto due panetti di sostanza stupefacente del tipo hashish del peso complessivo di 183 grammi, contenuti in un cofanetto in legno nella camera da letto occupata dal 42enne ed inoltre, hanno sorpreso il 50enne nell’atto di sottrarre alla vista degli operanti una insalatiera in ceramica, abilmente nascosta tra il pentolame nella cucina, contenente 8 dosi della medesima sostanza stupefacente del peso complessivo di 75 grammi circa e un bilancino di precisione.

Per questi motivi, concluse le formalità di rito, i due uomini sono stati dichiarati in stato di arresto poiché ritenuti responsabili del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente in concorso.

In seguito all’udienza di convalida, tenutasi nella giornata di ieri, il Giudice del Tribunale di Marsala ha convalidato gli arresti disponendo per entrambi la misura cautelare dell’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria per tre volte a settimana.