Carceri: droga e cellulari per i detenuti, 16 arresti

Telefonini e droga a disposizione di detenuti del carcere di Augusta, nel Siracusano.
E’ quanto emerge da un’indagine della Guardia di finanza del nucleo Pef del Comando provinciale di Catania, che sta eseguendo sedici arresti, uno dei quali ai domiciliari.

Oltre 70 militari delle Fiamme gialle etnee, con il supporto di unità cinofile e della componente Antiterrorismo e Pronto impiego, stanno seguendo un’ordinanza di misure cautelari, emessa dal gip di Catania su richiesta della Dda della Procura etnea, che ipotizza a vario titolo i reati di associazione per delinquere finalizzata al traffico e allo spaccio di sostanza stupefacente e all’indebito procacciamento di apparati telefonici per i detenuti della casa circondariale di Augusta e di corruzione di pubblici ufficiali per atti contrari ai doveri di ufficio.
Particolari sull’operazione saranno resi noti durante una conferenza stampa che si terrà alle 10 nella sede del nucleo di Polizia economico-finanziaria di Catania.