Trapani: lavori di manutenzione stradale

Come da programmazione finanziaria in sede di bilancio concordata con la maggioranza di governo, venerdì scorso hanno avuto inizio i lavori di manutenzione stradale nel quartiere di Fontanelle sud. Nelle prime giornate si è già provveduto a scarificare le vie Rodolico e De Stefano ed a breve cominceranno anche le manutenzioni dei marciapiedi, con la previsione – come da direttiva dell’amministrazione – anche della realizzazione di scivoli per disabili.
L’assessore Safina ha tenuto a precisare che con questo cantiere si è chiuso il trittico di lavori che ha interessato, tra la primavera del 2020 e quella del 2021, i quartieri della città ed in particolare, oltre Fontanelle Sud, Sant’Alberto, Cappuccinelli e frazioni est e sud. Quasi 1,5 milioni di euro di lavori con cui si stanno risolvendo notevoli criticità, dovute all’incuria e alla precisa volontà politica delle passate amministrazioni di non interessarsi dei quartieri e delle frazioni, se non in campagna elettorale.
Il Sindaco Tranchida ha tenuto a precisare che questi lavori rappresentano solo l’inizio e di aver già chiesto agli uffici e all’assessore ai lavori pubblici di programmare ulteriori interventi di manutenzione straordinaria dei quartieri e delle frazioni, per completare il lavoro iniziato nel corso dell’ultimo anno che, seppure segnato dalla pandemia, non ha visto alcun arretramento della capacità di realizzare gli interventi previsti.
Inoltre, tenuto conto di quanto previsto nel bilancio del 2020, il Sindaco e l’assessore hanno chiarito come ulteriori € 600 mila circa verranno spesi nel corso del 2021 per manutenere importanti arterie cittadine, quali la litoranea nord, la via Marsala, le traverse lato nord della via G.B.Fardella, e moltissime altre strade e marciapiedi riservando sempre particolare attenzione all’abbattimento delle barriere architettoniche.Ed infatti, a breve verrà consegnato il progetto di rifacimento dei marciapiedi di via Fardella, con la previsione dei percorsi tattili, a tutela degli ipovedenti.
Cambiamo senza lasciare nessuno indietro!