Marsala. Finanziato l’acquisto di due nuovi autobus elettrici

Buone notizie per il Comune di Marsala. Il Dirigente generale dell’Assessorato regionale alle Infrastrutture e alla Mobilità, Fulvio Bellomo, ha infatti approvato la graduatoria definitiva delle opere ammesse a finanziamento relativa all’azione 4.6.2 del POFERS Sicilia 2104-2020 per l’Agenda Urbana della Sicilia Occidentale. Fra queste rientra anche il potenziamento della flotta del TPL del Servizio Municipalizzato Autotrasporti del Comune di Marsala con mezzi a basso impatto ambientale. La richiesta, formulata nel periodo di gestione comunale della precedente Amministrazione, consentirà di far giungere nelle casse comunali poco meno di 830 mila euro che serviranno per l’acquisto di due nuovi autobus elettrici che saranno utilizzati, verosimilmente, per servizi nel centro storico e di collegamento con i quartieri popolari e con l’Ospedale, in aggiunta all’attuale circolare elettrica. Ciò per favorire una migliore accessibilità alle risorse territoriali e ambientali attraverso l’integrazione e il completamento delle reti di trasporto e l’introduzione di sistemi di mobilità sostenibile.

Con questi due nuovi mezzi non solo miglioreremo il servizio di mobilità pubblica ma nel contempo ridurremo l’inquinamento ambientale – precisano il Sindaco Massimo Grillo e l’Assessore comunale ai Trasporti, Michele Gandolfo. La nostra idea è quella di impiegarli anche lungo la strada che costeggia la pista ciclabile dello Stagnone per snellire il traffico veicolare in quella zona”.

Il Comune dovrebbe venire in possesso dei nuovi autobus nel prossimo autunno dopo l’espletamento dell’iter finanziario-amministrativo. Subito dopo i due mezzi verranno subito messi in servizio. In precedenza era stata finanziata per un milione e 200 mila euro, sempre con i fondi di Agenda Urbana, la fornitura e posa in opera di 110 paline elettroniche distribuite nel territorio oltre a 28 pensiline “smart” dotate di pannelli elettronici informativi, il sistema di bigliettazione automatica, il sistema per la gestione integrata dei trasporti e 29 installazioni di sistemi informatici a bordo dei mezzi. L’intendimento è quello di incrementare il numero di passeggeri trasportati dal TPL, ridurre le emissioni atmosferiche legate alle trasformazioni energetiche per le emissioni dei gas climalteranti, potenziare il parco mezzi dotata anche con l’ausilio di bigliettazione elettronica integrata. L’obiettivo finale è quello di attuare sistemi d’infomobilità, sistemi software in grado di fornire agli utenti tramite web, smartphone, monitor presenti sui mezzi, info-terminals e altri strumenti di comunicazione gli orari dei vari servizi di trasporto pubblico, le possibili coincidenze, i percorsi delle linee, eventuali avvisi, presenza di servizi aggiuntivi.