Lega: differenziata +70%! La provincia di Ragusa sempre più vicina all’autonomia

Si  è riunita in videoconferenza  la sezione della Lega Sicilia di Ragusa alla presenza del Dirigente della Società per la regolamentazione del servizio di gestione rifiuti della Provincia di Ragusa, Fabio Ferreri.  Analizzata la tematica della gestione dei rifiuti in provincia di Ragusa, per l’indiscutibile ripercussione che la sua gestione comporta per i cittadini e gli inevitabili interessi economici e ambientali che comporta. Il Commissario provinciale Salvo Mallia, in apertura dei lavori, ha evidenziato il costante impegno del partito per l’adozione di ogni misura che possa garantire la tutela dell’ambiente, la corretta gestione dei rifiuti e la salvaguardia della salute dei cittadiniLa provincia di Ragusa nel sistema di raccolta differenziata tematica dello smaltimento dei rifiuti ha raggiunto medie e risultati che superano quelle regionale e al pari di quelle dei territori con un dato di raccolta di smaltimento dei rifiuti del 68,3% con ben tre comuni e sopra l’80% nella raccolta differenziata. Fabio Ferreri ha anche trattato l’annoso problema delle discariche che vengono ritenute portatrici di malattie, presenza di percolato, biogas e di inquinamento ambientale generale e che, secondo la specifica normativa, devono distanziarsi di almeno 5 km dagli agglomerati urbani. Per gli inceneritori, ha chiarito che il loro funzionamento si basa su principi secondo cui il rifiuto, per essere incenerito e, quindi, bruciato per avere potere calorifero. Per i dati rilevati in provincia di Ragusa, dove   il ciclo dei rifiuti viene differenziato in misura notevole, la previsione di un inceneritore risulterebbe inutile, atteso che annualmente vengono generati 140 mila tonnellate di rifiuti di cui 37 tonnellate allo stato attuale vengono inviate a Caltagirone, una parte dei rifiuti giornalieri va presso le due piattaforme della provincia, mentre la restante parte di rifiuti indifferenziati è destinata alla discarica di Ragusa.Ferreri, sulla scorta della sua esperienza nel settore, ha anche avanzato delle proposte pragmatiche e concrete per risolvere gli aspetti negativi del sistema attuale di gestione dei rifiuti come, ad esempio, lo smaltimento oneroso dei rifiuti a carico dei singoli operatori. Un’equa distribuzione dei costi di gestione comporterebbe un notevole risparmio e invoglierebbe gli operatori a conferire e smaltire in maniera corretta i rifiuti, con un abbattimento dei costi sostenuti per lo smaltimento dell’indifferenziata. Per quanto attiene alla discarica di Scicli, il sito non presenta particolari problematiche per la conformazione naturale del terreno argilloso con un corretto “ruscellamento” del percolato, mentre la copertura presenta criticità creando delle immissioni dannose nella falda.  In relazione all’applicazione ai contribuenti, Ferreri si è dichiarato favorevole all’istituzione di una “tariffa puntuale”, in base alla quale ogni cittadino dovrebbe corrispondere un canone proporzionato al proprio effettivo consumo, con conseguente risparmio sui costi della Tarsu, stimolando la raccolta differenziata.  L’onorevole Orazio Ragusa, facendosi anche portavoce dei consiglieri comunali e dei componenti del partito si è impegnato a sollecitare la Regione Siciliana, anche per il tramite dell’Assessore Daniela Baglieri, di far finanziare i lavori di completamento del centro di compostaggio di Vittoria per raggiungere l’autonomia provinciale per il trattamento dell’umido. Al riguardo l’On. Ragusa fisserà un incontro con l’Assessore Regionale a cui parteciperanno anche i rappresentanti dei consiglieri comunali della provincia di Ragusa, per sollecitare il finanziamento di tale intervento e consentire un ingente risparmio sui costi alle casse comunali. Per lo smaltimento dell’amianto, la cui procedura ha costi elevatissimi, la soluzione potrebbe essere quella di far ricomprendere la relativa spesa nell’ambito della gestione ordinaria dei rifiuti, con un’equa distribuzione dei costi  sulla collettività e non sul singole che, per eluderli, li abbandona in siti non autorizzati. Il Segretario Regionale On. Nino Minardo, ha condiviso le informazioni fornite dal Dr. Ferreri dichiarandosi favorevole alle proposte presentate dal Dirigente per fronteggiare le problematiche rappresentate, rinnovando l’impegno assunto dal partito di cui l’On. Orazio Ragusa si farà portavoce.