Marsala: un’isola ecologica mobile destinata a raccogliere i rifiuti marini

VERRA’ REALIZZATA all’esterno del porticciolo turistico CON I FONDI DEL FLAG

Il Sindaco Grillo e l’Assessore Milazzo: “l’iniziativa mira a razionalizzare la raccolta differenziata dei rifiuti derivanti dalle attività di pesca e dalla manutenzione dei natanti”

La Giunta Municipale di Marsala, presieduta dal Sindaco Massimo Grillo, nella giornata di ieri ha approvato un importante atto deliberativo con il quale, grazie a un addendum alla Convenzione “Torri e Tonnare del Litorale trapanese” finanziata con i fondi del locale Flag (Fisheries Local Action Group), verrà installata un’isola ecologica mobile destinata ai rifiuti marini.

“Abbiamo aderito a questa iniziativa del Flag trapanese, l’organismo che si occupa del piano di sviluppo della pesca,  perché l’abbiamo giudicata assai positiva per il nostro Comune in cui questa attività rappresenta un importante settore socio-produttivo – sottolineano il Sindaco Massimo Grillo e l’Assessore all’Ambiente, Michele Milazzo. Con l’istituzione dell’isola ecologica mobile nell’area portuale intendiamo razionalizzare la raccolta differenziata dei rifiuti derivanti dalle attività di pesca e dalla manutenzione dei natanti contribuendo, nel contempo, a conservare inalterato l’equilibrio con l’ambiente circostante, meta nella stagione estiva di utenti e turisti”.

Ma c’è di più. Perché questa progettualità si propone positive ripercussioni sul miglioramento della raccolta differenziata.

“Con l’istituzione dell’isola ecologica mobile dedicata ai rifiuti della marineria – proseguono i due amministratori marsalesi – oltre a migliorare l’attuale sistema di raccolta, si consentirà ai cittadini di partecipare in maniera attiva a smaltire i rifiuti inquinanti e pericolosi. Cosa questa non indifferente”.

Nell’isola ecologica dove potranno conferire i prodotti di scarto anche i diportisti, si potranno ottimizzare i processi di separazione e trasporto dei seguenti materiali: rifiuto indifferenziato, vetro, olio minerale, plastica, alluminio, raee (rifiuti apparecchiature elettriche ed elettroniche), carta, cartone e batterie, ecc.

L’isola ecologica mobile per i rifiuti della pesca, collocata in area servita dalla rete viaria urbana, sarà adeguata per l’accesso sia alle autovetture degli utenti che dei mezzi pesanti utilizzati dalla società che gestisce lo smaltimento degli rifiuti differenziati. L’ingresso, con porta scorrevole, verrà attivato con un sistema a banda magnetica.