Tasca d’Almerita rinnova brand: la storia nelle etichette

Dichiarata “Cantina Europea dell’Anno” dalla rivista Wine Enthusiast nel 2019 (prima azienda vinicola siciliana insignita del riconoscimento) Tasca d’Almerita ha iniziato il conto alla rovescia per il 200° anniversario dalla sua fondazione (che festeggerà nel 2030) lanciando una nuova immagine del brand e un nuovo look per le sue iconiche etichette. Dal 2021 questa mission sarà espressa con un rinnovato design dell’immagine.

Il family brand Tasca d’Almerita, per primo, si rinnova: il Leone ed il Sole siciliano riemergono in modo forte e vivido dallo scudo araldico che prima li racchiudeva. Le nuove etichette danno più spazio alla singola identità di ognuna delle cinque tenute dell’azienda: Tenuta Regaleali, nel cuore della Sicilia incontaminata; Tenuta Tascante, con i suoi splendidi terrazzamenti sulle pendici dell’Etna; Tenuta Capofaro, luogo dell’anima nell’isola di Salina, scrigno della Malvasia delle Lipari; Tenuta Sallier de La Tour, la cantina adagiata sulle colline palermitane e, infine, Tenuta Whitaker, immersa nelle vestigia fenice dell’isola di Mozia.

Con ben 550 ettari nel cuore dell’Isola, acquisiti dai fratelli Lucio e Carmelo d’Almerita nel 1830, Regaleali costituisce un terroir vinicolo di fama internazionale. La straordinaria vocazione per la viticoltura e il ruolo di guida nello sviluppo agricolo siciliano sono elementi che rendono Regaleali una realtà modello per la viticoltura dell’Italia meridionale. Al piede di ogni etichetta, le parole “vigne custodite dalla famiglia Tasca d’Almerita” sottolineano la storicità della famiglia Tasca e il senso di responsabilità verso l’ambiente e le generazioni future. Per questo, dal 2010, Tasca d’Almerita è membro fondatore di SOStain – l’Alleanza siciliana per la vitivinicoltura sostenibile – e porta avanti la visione degli antenati con un approccio verso la difesa dell’ecosistema.