Alcamo,Surdi: “vicenda locali Allmayer, vogliamo certezze per la nostra scuola”

Si è svolta ieri la riunione in video conferenza, convocata dal Commissario Straordinario del LCC di Trapani, Raimondo Cerami, sulla questione della permanenza degli studenti del Liceo “Vito Fazio Allmayer” di Alcamo nell’immobile attualmente in locazione. Erano presenti il Sindaco di Alcamo, Domenico Surdi, il Dirigente Generale dell’Assessorato Regionale dell’Istruzione in rappresentanza dell’Assessore regionale La Galla, dott. Valenti, il Dirigente Scolastico dell’Istituto “V.F.Allmayer” Piccichè, ed i signori Corso proprietari dell’immobile in uso al Liceo. L’incontro è stato l’ennesimo aggiornamento sulla situazione problematica riguardante il Liceo e la mancata erogazione del contributo che era stato previsto da una legge regionale del 2020 per consentire la prosecuzione della locazione.

Dichiara il Primo Cittadino Domenico Surdi “ancora una volta abbiamo assistito ad un rimbalzo di competenze fra la Regione che dichiara che la Provincia avrebbe potuto utilizzare delle somme di propria competenza per continuare a pagare l’affitto di uno dei lotti della scuola ed invece non l’ha fatto, e la Provincia che asserisce che la Regione aveva promesso un finanziamento a valere su fondi europei, di fatto, però non utilizzabili per l’affitto della scuola. Voglio ribadire che già l’anno scorso gli assessori regionali Lagalla e Turano, dinanzi a Sua Eccellenza il Prefetto di Trapani avevano assicurato una possibile soluzione definitiva, attraverso l’acquisto di un immobile, poiché l’Assemblea Regionale Siciliana avrebbe dovuto farsi carico di mettere in bilancio un contributo per la scuola. Ad oggi, invece prendiamo atto che ‘di fatto’ la Provincia autorizza la scuola a rimanere nei locali suddetti fino alla fine dell’anno scolastico, quanto meno per non creare ulteriori disagi ai ragazzi e al personale scolastico già gravato dalla situazione sociosanitaria in corso a causa della pandemia, ma conferma altresì il recesso dal lotto dei locali in questione”.

Continua Surdi “non permetteremo che questo continuo balletto di competenze impedisca di fare chiarezza e di giungere alla risoluzione definitiva della questione dell’Allmayer per la quale, in quanto Comune, ci siamo sempre impegnati; pensiamo che la vera risoluzione consista nell’acquisto dell’immobile così come era stato previsto l’anno scorso. E soprattutto la Scuola deve rimanere ad Alcamo, è impensabile e non accettabile che ancora possa paventarsi  lo smembramento dell’istituto che trova nella nostra Città la sua sede naturale, poiché Alcamo ha una posizione baricentrica rispetto alla popolazione scolastica degli altri comuni che frequentano l’Allmayer”.