Festa della Liberazione a Caltanissetta

Quello di stamane è un piccolo ma altamente significativo avvenimento di importanza storica per la Città di Caltanissetta, perché non era mai avvenuto prima: per la prima volta dal secondo dopoguerra, sulla facciata di Palazzo del Carmine, sede istituzionale del Comune, sventola la bandiera tricolore dell’A.N.P.I. (Associazione Nazionale Partigiani d’Italia) in occasione della Festa nazionale del 25 aprile, in cui si celebra la Liberazione dell’Italia dall’occupazione nazista e dal regime fascista. Nei giorni scorsi, infatti, la Giunta comunale ha accolto la proposta del Comitato Provinciale dell’A.N.P.I. di esporre il vessillo antifascista accostato alla Bandiera italiana ed allo stemma del Comune di Caltanissetta, a simboleggiare la gratitudine dell’Italia difesa e liberata dai Partigiani e degli altri eroi della Resistenza.
Proprio per non dimenticare il loro generoso e coraggioso contributo per la conclusione di una fase tragica della storia del nostro Paese – distrutto da lutti e rovine determinati dalla feroce e criminale dittatura di Mussolini e del suo alleato Hitler – l’ANPI ha reso noto l’elenco dei Partigiani di Caltanissetta e della sua provincia, fulgidi testimoni dell’eredità politica e culturale della parte migliore dell’Italia. “Si tratta di una prima lista parziale di 64 partigiani combattenti – spiega l’ANPI nissena – che diffondiamo pubblicamente per alimentarne il ricordo e l’eterna riconoscenza. Parlare di antifascismo e resistenza, infatti, è ancora e sempre più necessario: l’eredità dei Partigiani sta nella nascita della Repubblica e nella sua Costituzione, i cui valori e principi fondanti necessitano di continua quotidiana attuazione e difesa, contro tutto ciò che sa di egoismo, di revisionismo, di autoritarismo, di razzismo; tutti mali che pervadono il mondo ed anche il nostro Paese, dove ancora bisogna lottare contro troppe disuguaglianze, troppa povertà, troppe ingiustizie”.
Il Sindaco di Caltanissetta, dott. Roberto Gambino ha anche diffuso un videomessaggio in cui, tra l’altro, ha ricordato il valoroso esempio dell’antifascista nisseno Luigi Cortese: «Oggi è il 25 Aprile: 76 anni fa l’Italia veniva liberata dal regime nazifascista. Una conquista importante per il nostro Stato democratico e il punto di partenza per una nuova Nazione. Adesso noi stiamo facendo una resistenza estrema contro il virus; stiamo combattendo un’altra guerra mondiale e sicuramente, facendo Resistenza, riusciremo a sconfiggere questo virus. Quindi, ricordando i nostri Padri fondatori, noi dobbiamo continuare lungo questa strada. Ricordiamo oggi Luigi Cortese che è stato un grande Partigiano Nisseno: ora e sempre, Resistenza!».
Sempre nell’ottica di promuovere la celebrazione del 25 aprile con modalità compatibili con le attuali restrizioni sanitarie, anche Caltanissetta ha aderito alla campagna nazionale dell’ANPI “Strade di Liberazione”, con la quale l’Associazione partigiana ha invitato le cittadine e i cittadini a deporre un fiore sotto le targhe delle vie e delle piazze dedicate ad antifasciste/i e partigiane/i. Così stamani i rappresentanti e attivisti dell’ANPI provinciale – Peppe Cammarata, Elia Miccichè, Claudia Cammarata, Stefania Sorrentino e Angela Noto – si sono recati in 45 strade di Caltanissetta (da via Don Minzoni a via XXV Aprile; da via Palmiro Togliatti a via Sandro Pertini a via Concetto Marchesi, ed altre vie) per compiere il gesto simbolico della deposizione di un mazzo di fiori. “In questo modo – dichiarano i promotori dell’iniziativa antifascista – desideriamo esprimere la gratitudine per chi ha sacrificato la propria vita per quella straordinaria stagione di lotta per la Libertà e la Democrazia, attraverso un fiore che diverrà una luce accesa sul sacrificio di tante donne e uomini da cui sono nate la Repubblica e la Costituzione”.
Tra le numerose iniziative di commemorazione della Festa di Liberazione, ricordiamo che oggi, a partire dalle ore 19.30, sul profilo facebook dell’Assessorato alla Cultura Comune di Caltanissetta (www.facebook.com/bibliotecacomunalescarabellicaltanissetta) verrà trasmesso l’evento “25 Aprile: una storia fatta di storie”. Condotto da Anna Rita Donisi. Prevede gli interventi di Fabiola Cammarata (Docente di storia), Claudia Cammarata (ANPI Comitato Provinciale di Caltanissetta) e Sonia Zaccaria (Storica della Resistenza); è anche previsto il contributo musicale del soprano Giulia Consiglio, accompagnata dalla flautista Elisabetta Gancitano. Prevista anche la testimonianza del centenario Cav. Giuseppe Riggi, Partigiano combattente della provincia, il saluto di Vincenzo Calò del Comitato Nazionale dell’Associazione Nazionale Partigiani d’Italia e il messaggio istituzionale del Sindaco di Caltanissetta, Roberto Gambino.
Gli appuntamenti e le iniziative promosse dal Comitato Provinciale dell’A.N.P.I. intorno alla memoria della Liberazione continueranno nelle prossime ore, alla riconferma della necessità di un antifascismo praticato tutti i giorni; informazioni e aggiornamenti saranno disponibili sulla pagina www.facebook.com/anpicaltanissetta.

PARTIGIANI COMBATTENTI ORIGINARI DI CALTANISSETTA

Elenco provvisorio aggiornato al 25.04.2021 (*)

  • Michele ALESSI, nato a Caltanissetta il 30.05.1918, nome di battaglia “Nori”.
  • Michele AMICO, nato a Caltanissetta il 05.03.1897.
  • Salvatore AMORELLI, nato a Caltanissetta il 27.07.1921, nome di battaglia “Machiavelli”.
  • Rosario ASSUNTO, nato a Caltanissetta il 28.03.1915.
  • Carlo BASILE, nato a Caltanissetta il 19.04.1921, nome di battaglia “Carlo”.
  • Antonio BENNARDO, nato a Caltanissetta il 26.06.1920,  nome di battaglia “Baffo”.
  • Franco BONFIGLIO, nato a Caltanissetta il 16.10.1922.
  • Francesco BUSCEMI, nato a Caltanissetta il 04.03.1923, “Ginetto”, cadde a Dogliani (CN) il 28.03.1945 fucilato dai nazisti.
  • Giuseppe CALLARI, nato a Mussomeli il 02.09.1922,  nome di battaglia “Guerino”.
  • Giuseppe CANTO, nato a Caltanissetta il 21.01.1906.
  • Pompeo COLAJANNI, nato a Caltanissetta il 4 gennaio 1906, nome di battaglia “Nicola Barbato”.
  • Luigi CORTESE, nato a Caltanissetta il 4 luglio 1920,  nome di battaglia “Ilio”.
  • Pasquale CORTESE, nato a Caltanissetta l’11.06.1920, nome di battaglia “Pasquale”.
  • Gioacchino CASSARO, nato a Caltanissetta il 07.12.1918, nome di battaglia “Murat”.
  • Arcangelo COSENTINO, nato a Caltanissetta il 13.03.1903.
  • Silvio COSTA, nato a Caltanissetta il 14.10.1926, cadde in combattimento a Chivasso (TO) il 27.07.1944.
  • Santo DI BENEDETTO, nato a Caltanissetta il 02.02.1917, nome di battaglia “Marocchin”.
  • Salvatore DI GLORIA, nato a Caltanissetta il 30.03.1907.
  • Giuseppe DILIBERTO, nato a Caltanissetta nel 1920, nome di battaglia “Orlando.
  • Antonio FAILLA, di Calogero e di Scarantino Nicolina, nato a Caltanissetta l’1.02.1918, nome di battaglia “Ennio”.
  • Salvatore FAILLA, di Calogero e di Scarantino Nicolina, nato a Caltanissetta il 24.06.1922, nome di battaglia “Pipino”.
  • Empedocle FASULO, nato a Caltanissetta il 07.01.1891.
  • Alfonso FAZIO, nato a Caltanissetta l’1.01.1892, nome di battaglia “Calamita”.
  • Angelo FAZIO, nato a Caltanissetta il 04.01.1922, nome di battaglia “Mello”.
  • Manlio FAZIO, nato a Caltanissetta l’1.04.1922, nome di battaglia “Manlio”. Caduto in Francia per malattia il 04.01.1945. Medaglia d’argento al Valor Militare alla memoria.
  • Ubaldo FAZIO, nato a Caltanissetta l’1.01.1921.
  • Salvatore FERRARIS, nato a Caltanissetta nel 1920, fucilato a Roccaforte Mondovì (bivio Val Ellero) il 25.12.1944.
  • Angelo FERRO, nato a Caltanissetta il 19.05.1916,  nome di battaglia “Angelo”.
  • Giuseppe FIORELLO, nato a Caltanissetta l’11.01.1917, nome di battaglia “Bob”.
  • Umberto GIARRIZZO, nato a Caltanissetta il 04.04.1921, nome di battaglia “Clark”.
  • Vincenzo GIOE’, nato a Caltanissetta il 19.01.1923, nome di battaglia “Vincenzo”.
  • Salvatore Enrico GIUNTA, nato a Caltanissetta l’8.12.1920,  nome di battaglia: “Saccicco Franceschi”.
  • Domenico LA CHINA, nato a Caltanissetta il 24.04.1921.
  • Pasquale LA CAGNINA, nato a Caltanissetta il 06.02.1920, caduto civile in Piemonte, fucilato dai fascisti per rappresaglia in data 02.02.1945.
  • Giuseppe LAURICELLA, nato a Caltanissetta il 10.04.1924, 8.06.1945 con il nome di battaglia: “Siculo”.
  • Salvatore LICITRI, nato a Caltanissetta l’1.07.1926, nome di battaglia “Fulmine”.
  • Michele LO PIANO, nato a Caltanissetta il 16.07.1921.
  • Francesco LO VETERE, nato a Caltanissetta il 18.07.1891, caduto in combattimento in data 28.04.1944.
  • Edmondo LOMAGLIO, nato a Caltanissetta il 03.10.1921, partigiano combattente in Piemonte nella 24^ Div. Sap (Squadre Azioni Patriottiche) Rissone dall’8.08.1944 al 07.06.1945 con il nome di battaglia: “Eddi”.
  • Francesco LO VETERE, nato a Caltanissetta il 18.07.1891,venne colpito da una raffica di mitraglia mentre si trovava con alcuni partigiani in attesa di recarsi al lavoro il 28.04.1945.
  • Giuseppe LUCA, nato a Caltanissetta l’11.12.1920, nome di battaglia “Beppe”. Deportato a Dachau dal 07.08.1944 all’8.06.1945.
  • Filippo MASTROSIMONE, nato a Caltanissetta il 16.05.1904.
  • Salvatore MASTROSIMONE, nato a Caltanissetta il 30.03.1920, nome di battaglia: “Morgan”.
  • Angelo MEDICO, nato a Caltanissetta il 22.04.1911, nome di battaglia “Fulmine”.
  • Luigi MICCICHE’, nato a Caltanissetta il 05.02.1923, nome di battaglia: “Gino”.
  • Carmelo MIGLIORE, nato a Caltanissetta il 20.09.1919, nome di battaglia: “Carmelo”.
  • Giuseppe MODILLO, nato a Caltanissetta il 14.02.1914, nome di battaglia: “Rodolfo”.
  • Gaetano NOCILLA, nato a Caltanissetta il 28.11.1897.
  • Eustachio ORLANDO, nato a Caltanissetta il 13.07.1911, nome di battaglia “Ottavio”.
  • Michele PANZICA, nato a Caltanissetta il 09.02.1913, nome di battaglia: “Silvio”.
  • Lucio PERNACI, nato a Caltanissetta il 18.01.1908, sindacalista e partigiano dal settembre 1943, col nome di battaglia “Chel”, viene arrestato e rinchiuso alle Nuove. Sarà condotto al campo di Fossoli e poi deportato a Mauthausen. Muore il 27.06.1944 nel sottocampo di Gusen (Germania).
  • Nicolò PIAVE, nato a Caltanissetta il 23.10.1908.
  • Giuseppe POLIZZI, nato a Caltanissetta il 05.08.1920, nome di battaglia “Beppe”.
  • Nicola RAGUSA, nato a Caltanissetta il 02.10.1907.
  • Salvatore SANFILIPPO, nato a Caltanissetta il 03.04.1924.
  • Michele SARDO, nato a Caltanissetta il 06.07.1922, nome di battaglia “Febo Michele”.
  • Giuseppe SCARPULLA, nato a Caltanissetta il 10.07.1916.
  • Ignazio SMECCA, nato a Caltanissetta il 14.10.1886, nome di battaglia: “Schema”.
  • Giovanna TALLUTO, nata a Caltanissetta il 04.07.1897.
  • Paolo TROLIA, nato a Caltanissetta l’1.08.1922.
  • Stefano TULOMELLO, nato a Caltanissetta il 06.01.1920, nome di battaglia “Porthos”.
  • Michele VASAPOLLI, nato a Caltanissetta l’1.06.1903.
  • Giuseppe VENERANDO, nato a Caltanissetta il 10.12.1922, deceduto il 15.08.1946 in seguito a infezione polmonare dovuta alla ferita destro subita nel combattimento di Bobbiano di Travo (Piacenza) nell’estate del 1944.
  • Giuseppe ZITO, nato a Caltanissetta il 08.02.1923, nome di battaglia: “Pino”.

Totale provvisorio n.64 nominativi

(*) Ricerche effettuate dal Comitato Provinciale ANPI di Caltanissetta