Alcamo, primo maggio: messa con il vescovo e testimonianze di imprenditori del territorio

Nuove strade di conversione per il mondo del lavoro

Verso il Primo maggio: il vescovo celebra ad Alcamo per tutti i lavoratori.

Incontro con le testimonianze di due imprenditori locali

Si avvicina il primo maggio, giornata internazionale del lavoro e festa di San Giuseppe lavoratore.  Per la Chiesa italiana giornata di riflessione sul tema “E al popolo stava a cuore il lavoro’ (Ne 3,38). Abitare una nuova stagione economico-sociale”.

“La terribile prova della pandemia ha messo a nudo i limiti del nostro sistema socio-economico. Nel mondo del lavoro si sono aggravate le diseguaglianze esistenti e create nuove povertà – scrivono i vescovi italiani – La conversione che ci è chiesta è quella di passare dalla centralità della produzione – dove l’essere umano pretende di dominare la realtà – a quella della generazione – dove ciò che facciamo non può mai essere slegato dal legame con ciò e con chi ci circonda, oltre che con le future generazioni”.

Giovedì prossimo 29 aprile presso la parrocchia “San Giuseppe” ad Alcamo alle ore 19.30 si terrà una celebrazione eucaristica presieduta dal vescovo Pietro Maria Fragnelli per tutti i lavoratori, per chi a  nessuno manchi il lavoro e tutti siano giustamente retribuiti, godendo della dignità umana e della bellezza del riposo.

Al termine della messa si terrà un momento di riflessione con le testimonianze di imprenditori del territorio che stanno investendo proprio nel legame con la terra e nella generatività del digitale: i coniugi Di Gaetano imprenditori del settore agricolo con l’azienda agricola biologica “Luna” di Alcamo e Giacomo Buzzitta, giovane valdericino, projet manager di Generazione App e creatore Breakapp, l’app che rivoluziona la ricreazione a scuola e la pausa in ufficio. Per i saluti interverrà il parroco don Francesco Mistretta. L’incontro sarà presentato e moderato da Gino Gandolfo, direttore dell’ufficio diocesano dell’ufficio sociale ed il lavoro.

L’incontro sarà trasmesso in diretta sulla pagina Facebook della Diocesi di Trapani.