Pantelleria: più di 350 mila euro all’isola per abbattere le bollette dell’acqua, grazie ad un emendamento al Decreto Ristori

Il Sindaco Vincenzo Campo: “Grazie ad un emendamento della Sen. Floridia che in questo modo ha dato un aiuto concreto a Pantelleria e alle Isole Minori.”

Grazie ad un emendamento al Decreto Ristori che vede come prima firmataria la Senatrice Barbara Floridia (M5S), è stato istituito un fondo di 3 milioni di euro destinato ai Comuni delle Isole Minori per l’acquisto dell’acqua e l’abbattimento della relativa tariffa.

Il decreto di riparto di tali risorse è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 98 del 24 aprile e destina a Pantelleria 357.805,77 euro che saranno utilizzate per l’abbattimento della tariffa idrica.

Il sindaco Vincenzo Campo, nell’apprendere la notizia, ha così commentato: “Voglio ringraziare la senatrice Floridia, attuale Sottosegretaria all’Istruzione, per aver presentato questo emendamento grazie al quale si cercherà di dare un ristoro agli abitanti delle Isole Minori che già vivono una condizione di difficoltà, appesantita dall’attuale pandemia.

Grazie a queste risorse sarà possibile abbattere la tariffa idrica per il 2021 e dare un aiuto concreto a tutti”.

A questo contributo si andrà a sommare quello del Fondo istituito con la Legge Finanziaria di 4,5 milioni di euro per l’approvvigionamento idrico delle Isole Minori con meno di 15.000 abitanti per il triennio 2021-23.

In questo caso a Pantelleria spetteranno 636.308,01€ che potranno essere utilizzati a copertura dei costi del servizio idrico.

L’Assessore Angelo Parisi spiega come verranno utilizzati: “L’idea è quella di impiegare queste risorse per migliorare ed efficientare la rete idrica per ottenere dei risparmi che resteranno nel tempo e quindi dando frutti anche dopo i primi tre anni di finanziamento.

In sostanza, nei prossimi tre anni, grazie ai due fondi, Pantelleria avrà 2.266.729€ per l’approvvigionamento idrico, un apporto fondamentale che segnerà una vera e propria svolta nella gestione dell’acqua dell’isola e aiuterà a superare il pesante divario tra i costi che Pantelleria deve sostenere e quelli che devono sostenere gli altri Comuni siciliani ed italiani.”