Ingegneri Catania, protocollo d’intesa con il Comune di Sant’Agata li Battiati

Sant’Agata li Battiati – La sinergia tra Ordini professionali e Amministrazione comunale può significare molto in termini di crescita e sviluppo del territorio e della comunità di riferimento. Lo sa bene l’Ordine degli Ingegneri di Catania, che ieri ha stipulato il dodicesimo protocollo d’intesa – format già siglato da molteplici comuni etnei – per dare nuove opportunità formative ai giovani iscritti.

«Si tratta di uno scambio di opportunità, sia per i tirocinanti, sia per le istituzioni: i primi perché entrano in contatto con il mondo del lavoro e, in particolare, con la Pubblica Amministrazione; i secondi, perché trovano supporto professionale nello svolgimento delle proprie attività», ha commentato il presidente degli Ingegneri di Catania Giuseppe Platania, durante la firma del documento che prevede l’inserimento di giovani tirocinanti all’interno degli uffici del comune di Sant’Agata li Battiati. «Da sempre l’Ordine e la Fondazione si muovono a favore dei giovani iscritti, impegnandosi su diversi fronti – ha aggiunto – aspetto che continueremo a curare, ponendo massima attenzione alle esigenze delle nuove generazioni».

Ragazzi smart, veloci e di alto profilo, s’impegneranno certamente con grande entusiasmo, come sottolineato dal segretario dell’Ordine Giuseppe Marano e dal presidente e segretario della Fondazione degli Ingegneri, rispettivamente Mauro Scaccianoce e Alfio Grassi.

Presenti all’incontro l’assessore ai Lavori Pubblici del comune Vittorio Lo Sauro e quello alle Politiche Giovanili Erika Rapisarda, al fianco del sindaco Marco Nunzio Rubino: «Un protocollo fortemente voluto dalla nostra Amministrazione – ha dichiarato Rubino – per consentire la formazione ai giovani e dare supporto ai nostri tecnici, in difficoltà per la carenza di personale a causa dei pensionamenti. Siamo certi che si tratterà di menti brillanti e con grandi capacità soprattutto in ambito digitale: il loro supporto andrà all’Ufficio Urbanistica e a quello dei Lavori Pubblici».

«Questo protocollo rappresenta un punto fermo nella collaborazione con gli Ingegneri, che ringrazio – e ringraziamo – per la possibilità e l’opportunità», ha concluso il primo cittadino.