Porto di Palermo: sequestrate due tartarughe “Testudo Graeca”

Nell’ambito dell’attività di controllo nel porto, i funzionari ADM di Palermo, in collaborazione con i militari della Guardia di Finanza, hanno rinvenuto e preso in custodia due tartarughe “Testudo Graeca”, introdotte nel territorio doganale dell’Unione europea da un passeggero italiano. Gli esemplari, trasportati su un’autovettura sbarcata dalla nave proveniente da Tunisi, erano sprovvisti della documentazione prescritta dalla Convenzione di Washington del 1975 e, pertanto, non era possibile la loro importazione.

La Convenzione di Washington, nota anche come CITES, è stata adottata dalla comunità internazionale a tutela delle specie di fauna e flora selvatiche minacciate di estinzione e talvolta fatte oggetto di commercio. L’importatore è stato deferito all’Autorità giudiziaria locale per tentata importazione di esemplari di specie protetta, punita in Italia dalla Legge n. 150 del 1992, e gli animali sono stati sequestrati.