Successo per il Premio Scuola Digitale della provincia di Trapani

Successo per la finale provinciale del Premio Scuola Digitale 2021. Le scuole della provincia di Trapani protagoniste della competizione che mette al centro la didattica innovativa e digitale. Il Premio Scuola Digitale è un progetto del Ministero dell’Istruzione, organizzato in provincia di Trapani dal Liceo “Pascasino” di Marsala. 

L’evento in diretta streaming, giovedì 29,  è stato diviso in due momenti, per il Primo e per il Secondo Ciclo, entrambi con un gran numero di spettatori. Uno spettacolo dinamico, con ospiti d’eccezione e interventi artistici. Dal cantante e compositore Giovanni Gulino, all’Orchestra Sheherazade diretta dalla prof.ssa Barbara Mineo, e Giorgio Pennisi VFX Artist. 

Prezioso il contributo della prof.ssa Alessandra De Paola, del Dipartimento di Ingegneria dell’Università di Palermo. 

Una competizione, quella tra le scuole, avvincente, con gli studenti che hanno presentato i progetti su cui hanno lavorato dimostrando ottime capacità di public speaking. Progetti realizzati riuscendo a coniugare buone pratiche didattiche e innovazione digitale. 

La giuria, presieduta dalla dott.ssa Marilisa Figuccia, dell’USP di Trapani non ha avuto compito facile nel decretare i vincitori. 

A vincere il premio nella categoria delle scuole del Primo Ciclo l’Istituto “Florio” di Favignana con il progetto “I luoghi dei Florio (in realtà aumentata)”. Secondo classificato l’Istituto Comprensivo “Pirandello S.G. Bosco” di Campobello di Mazara  con “Digital Magical Creations”.

Terzo classificato l’Istituto Comprensivo “Borsellino – Ajello” di Mazara del Vallo con il progetto “Mazara Medievale”.

La competizione tra le scuole del Secondo Ciclo è stata vinta dall’Istituto “Ruggiero D’Altavilla” di Mazara del Vallo con il progetto “Mazara to Live”. 

Secondo classificato l’Itet “Garibaldi” di Marsala con “Marsala esperenziale. Ciauro ri mari”. Terzo classificato il progetto “Dalla ricerca alla scuola e alla società: rivoluzione tecnologica e iniziative di e-education”   dell’Istituto tecnico “Caruso” di Alcamo.

I primi classificati vincono un premio di 1000 euro per sviluppare il progetto e l’accesso alla finale regionale del Premio Scuola Digitale. I secondi e terzi classificati vincono una cassa audio bluetooth personalizzata. 

“E’ stata un’esperienza, ancora una volta, molto emozionante, nonostante la modalità in streaming dettata dalla pandemia. Ma le scuole della provincia di Trapani hanno dimostrato di essere un vulcano di idee nel campo del digitale. Tutti i progetti sono stati di altissima fattura, con messaggi profondi e che hanno colto lo spirito del Premio Scuola Digitale”, sono le parole della prof.ssa Anna Maria Angileri, dirigente del Liceo “Pascasino” di Marsala, scuola polo provinciale del PSD. 

“Sono venuti fuori spunti molto interessanti. In questo momento in cui sembra non abbiamo punti di riferimento, i giovani li hanno trovati nella scuola. La positività e la solidarietà digitale è nata tra gli studenti che connessi si sono dati una mano per superare questo momento che è diventato una grande opportunità di crescita” ha dichiarato la presidente della giuria la dott.ssa Marilisa Figuccia tradendo un po’ di emozione in alcuni frangenti dell’evento.

Il professor Enzo Munna, referente dell’Equipe territoriale del Ministero dell’Istruzione per la provincia di Trapani ha parlato di “buone pratiche di didattica sicuramente da esportare, e strategie comunicative diverse di gran valore. Devo ringraziare tutti i docenti che hanno impiegato il loro tempo per creare una strategia comunicativa e trasferirla agli alunni. I docenti hanno dato un segno tangibile della loro dedizione”.

Tra gli interventi anche quello del vice sindaco di Marsala, avv. Paolo Ruggieri, membro della giuria che ha ricordato l’importanza nel fare sinergia tra enti, scuole, istituzioni “in un’ottica di crescita e sviluppo in campo digitale”. 

E’ stato un percorso emozionante per le scuole che hanno partecipato al PSD 2021 che ha permesso agli studenti di sviluppare nuove competenze nel digitale, nella didattica integrata, e quelle soft skills determinanti per la loro crescita.