Volley. Serie A2: Sigel Marsala espugna Montecchio 2-3

Bel pomeriggio di maggio per i colori azzurri. É stata la domenica della prima affermazione fuoricasa
di Pool Promozione per la Sigel Marsala che ha espugna il PalaDionigi di Montecchio (Pesaro-Urbino)
dopo la disputa di un tie-break che certifica per la squadra lo speciale appeal esistente con i quinti
set. Nella partita valevole per il recupero della terza giornata di andata prestigioso successo della
squadra di coach Amadio che, pazientemente, manda a termine una rimonta sulle padroni di casa
della Megabox Vallefoglia, quest’ultime che chiudono la seconda fase proprio avendo affrontato le
dirimpettaie azzurre oggi. Da questa partita scaturisce ancora l’acume tattico di coach Daris Amadio
nel dare le giuste interpretazioni alle letture delle varie situazioni di gara. Sono servite poco più di
due ore di gioco complessivo alle lilybetane per uscire dall’ennesimo confronto di torneo con le tigri
biancoverdi con una nuova vittoria, dopo il precedente a Marsala del 10 aprile scorso in quello che si
è trattato di un paradosso temporale, essendosi giocato prima il ritorno. Ai fini della classifica
l’incontro di ieri per la Sigel non spostava di una virgola la situazione che la vedeva qualificata
matematicamente ai PlayOff da sesta forza della batteria. Non così per la Megabox che alla vigilia del
match doveva guardarsi bene le spalle da Macerata per il terzo posto che alla fine è arrivato
nonostante il K.O. per le atlete di coach Fabio Bonafede. Così i punteggi dei singoli parziali giocati:
[25/23; 25/13; 26/28; 17/25; 10/15]. Eletta Mvp dell’intero incontro Lauryn Elai Gillis con un totale di
venti palloni messi a terra.

La Sigel Marsala è stata schierata in campo con il seguente sestetto iniziale che differisce di un solo
elemento di quello sceso domenica scorsa contro Cutrofiano: capitan Demichelis e Mazzon a
comporre la diagonale d’attacco; bande Pistolesi e Gillis; centri Parini e Caruso; libero Vaccaro.
Sotto di due giochi (25/23 e 25/13), la caparbietà e la ferma predisposizione delle azzurre di restare
saldamente con la mente nel rettangolo rosa hanno dapprima rimesso in discussione il doppio
vantaggio locale acquisito e fatto crollare le certezze originariamente create con un terzo set (qui
l’ingresso del libero Mistretta a sostituire la sua alter-ego Vaccaro) vinto in volata da Demichelis e
compagne previo un lungo inseguimento nel punteggio per larghi segmenti di gioco indietro anche di
otto punti (19-11), ma venendone a capo con un infuocato ed incerto finale punto a punto fino ai
vittoriosi vantaggi (26/28). Ma il recupero nel computo dei set si consuma nella quarta e penultima
frazione. Con una Sigel letteralmente implacabile a partire dal 9-8 che prende coraggio scambio
dopo scambio, trovandosi ai successivi passaggi intermedi del 13-9 e del 17-10 in pieno controllo.
Grazie ad uno strappo sostanziale Marsala si avvicina al finale del set sicuro di sè, imbastendo il
solito gioco arioso con le varie opzioni offensive che si presentano e si invola con un eloquente
17/25 a disputare il tie-break con il morale altissimo. Nessuno delle due squadre ci sta a perdere e in
effetti l’avvio di ultimo gioco è nel segno dell’equilibrio: (6-6). Ma al cambio campo Marsala conduce
di una sola incollatura (8-7). Due battute-punto consecutive di Sara Colombano danno l’allungo alla
Sigel per 9-12. Successivamente, gli attacchi di Pamio e Dapic si infrangono sul muro marsalese e
consegnano la vittoria ospite con il finale di 10/15.

Due squadre che nel quinto set hanno vissuto una sorta di de-ja-vù della gara di Coppa ma che
quindi stavolta non tradisce le giovani di Amadio contro Bacchi e compagne. Tie-break al PalaDionigi
oggi come allora con la sola differenza che il 4 marzo scorso si era reso necessario per decretare la
semifinalista di Coppa Italia tra le squadre nella gara secca del Quarto di Finale. Adesso le residue
energie saranno concentrate per una nuova fatica esterna che cadrà tra due giorni, quando martedì
pomeriggio nel riminese alle ore 18.00 ci sarà la sfida di recupero della 6^giornata (1°turno di
ritorno) contro Omag San Giovanni in Marignano (fuori dal discorso Playoff definitivamente dopo le
due sconfitte negli ultimi recuperi) che non ha più nulla da chiedere alla stagione se non giocare per
la gloria ed onorare l’appuntamento casalingo.

Tabellino. Megabox Vallefoglia-Sigel Marsala: 2-3 [25/23; 25/13; 26/28; 17/25; 10/15]

Megabox Vallefoglia: Balboni 4, Pamio 24, Bertaiola 8, Colzi 14, Bacchi 13, Kramer 11; Bresciani (L),
Stafoggia, Dapic, Costagli ne. Durante, Ricci. Coach: Fabio Bonafede; vice: Giacomo Passeri

Sigel Marsala: Caruso 2, Demichelis 2, Gillis 20, Parini 2, Mazzon 20, Pistolesi 18; Vaccaro (L), Caserta
4, Colombano 2, Mistretta. ne. Soleti, Nonnati. Coach: Daris Amadio; vice: Francesco Campisi; Ass.
Maurizio Negro

Arbitri: Marta Mesiano di Bologna e Beatrice Cruccolini di Perugia.