Il marchio Qs alla filiera siciliana dell’agnello e agnellone

La filiera siciliana dell’agnello e dell’agnellone avrà il marchio QS – Qualità Sicura:  un ulteriore passo in avanti verso la valorizzazione dell’agroalimentare siciliano e verso la promozione di diffusi standard qualitativi sempre più alti.

Con l’ingresso della filiera dell’agnello e dell’agnellone, salgono infatti a 35 le realtà che in Sicilia godono di questo marchio che garantisce la qualità dei prodotti attraverso l’adesione di tutti i componenti della filiera al sistema di qualità. Ad annunciare la novità è stato l’assessore all’Agricoltura, allo sviluppo rurale e alla pesca mediterranea, Toni Scilla.

 “Il Marchio QS è sinonimo di elevata qualità e di sicurezza alimentare e supporta, valorizzandole, le aziende che lo ottengono, in linea con gli obiettivi del governo Musumeci – ha dichiarato Scilla.  – Oggi registriamo un segnale incoraggiante: gli imprenditori iniziano a capire l’importanza di fare rete. Collaborazione e condivisione di intenti rendono le aziende maggiormente competitive e in grado di rispondere con un’offerta valida a mercati sempre più esigenti” – ha dichiarato l’assessore.

Sono infatti 28 gli allevatori, distribuiti tra le provincia di Palermo, Agrigento, Messina ed Enna, aderenti alla Rete Ovinicoltori Siciliani, che hanno scelto aderire al marchio QS. Attraverso il rispetto dei parametri del disciplinare, il marchio offrendo così al consumatore finale un prodotto rispettoso del benessere animale e della sostenibilità ambientale.