Regione: “Necessario un Nuovo Ordinamento Professionale (NOP) del personale”

Si è svolto l’atteso incontro tra l’Assessore alla Funzione Pubblica Marco Zambuto, coadiuvato dal Dirigente Generale del medesimo dipartimento, e i rappresentanti sindacali di tutte le organizzazioni sindacali.

Dopo una lunga elencazione dei punti da trattare, i rappresentanti di COBAS/CODIR, SADIRS e UGL FNA, hanno focalizzato l’attenzione sugli argomenti che in questo momento provocano parecchio malessere tra tutto il Personale Regionale: il mancato pagamento delle spettanze accessorie riferite al Fo.R.D. 2019 e gli innumerevoli problemi che il personale sta riscontrando, a causa di un’amministrazione regionale arretrata e non al passo con i tempi dal punto di vista digitale, nella mancata formazione (prevista dall’accordo) e nella definizione delle procedure di registrazione ed espletamento dei test di verifica della piattaforma digitale per l’attribuzione delle progressioni economiche orizzontali.

Se a ciò si somma anche l’impossibilità di tante strutture di non potersi dotare di elementari webcam e degli strumenti informatici idonei a consentire al personale non possesso di mezzi propri, il quadro negativo emerge in tutta la sua interezza.

COBAS/CODIR, SADIRS e UGL FNA hanno, inoltre, invitato l’assessore al fine di dare precise disposizioni per revocare i decreti di rientro di centinaio di pensionati che, oltre a rappresentare un inaccettabile precedente, innescherebbero una moltitudine di contenziosi in quanto trattasi di “Rapporti giuridici esauriti”.

I rappresentanti di COBAS/CODIR, SADIRS e UGL FNA, dopo la lettura del lungo elenco prodotto circa le tematiche da trattare mediante l’istituzione di tavoli tecnici tematici, hanno sottolineato, con forza, che la costruzione della nuova pubblica amministrazione regionale debba necessariamente partendo dalla scrittura di un Nuovo Ordinamento Professionale (NOP) che, con i processi di riclassificazione e di riqualificazione punti a valorizzare tutte le professionalità presenti sia nell’ambito del comparto non dirigenziale che in quello dirigenziale.

Il Nuovo Ordinamento Professionale (NOP), infatti, da un lato risponderebbe alle esigenze di superare le criticità evidenziate nel corso di questi anni anche da parte della stessa amministrazione e dall’altro di colmare, sebbene in parte, i fabbisogni di nuove professionalità e competenze richieste dai cambiamenti organizzativi e dall’innovazione tecnologica che i Siciliani si attendono dal Governo Regionale.

Ecco perché COBAS/CODIR, SADIRS e UGL FNA hanno chiesto con fermezza affinché si partisse col trattare proprio del Nuovo Ordinamento Professionale (NOP) e stabilendo, da subito, una data certa per l’inizio dei lavori. Ci si aspetta intraprendenza e una visione moderna da parte dell’assessore Zambuto che ha la possibilità in questo anno, che ci separa dalle nuove elezioni regionali, di riscrivere la storia dei rapporti sindacali e quella dell’amministrazione regionale.

Al termine dell’incontro l’Assessore ha comunicato, a breve termine, una nuova convocazione e, entro venerdi 14 maggio, il pagamento immediato della performance 2019 al personale del comparto e dell’accessorio 2019 alla dirigenza.