Marsala, chiesta l’intitolazione di una via al senatore Macaluso

EMANUELE MACALUSO GIORNALISTA

L’associazione politico-culturale “Libertà e partecipazione” ha proposto al Comune di Marsala l’intitolazione di una via o di una piazza al senatore Emanuele Macaluso, recentemente scomparso.

La richiesta di intitolazione di una pubblica via passa, per regolamento, attraverso il vaglio della Commissione Toponomastica la quale valuterà i meriti di merito che motivano la proposta.  

Nato a Caltanissetta nel 1924 e deceduto a Roma lo scorso gennaio, il senatore Macaluso fu un convinto antifascista, sindacalista, politico, e grande promotore della sicilianità.

Iscritto al Partito Comunista d’Italia prima della caduta del Regime fascista, fu dirigente sindacale della CGIL.  Nel 1951 divenne deputato regionale siciliano con il Partito Comunista Italiano. Fu poi Parlamentare nazionale per sette legislature, dal 1963 al 1992. Quando il PCI si sciolse, aderì al PDS e successivamente ai DS.

Macaluso era anche giornalista: fu direttore de l’Unità dal 1982 al 1986 e direttore de Il Riformista dal 2011 al 2012.

“La presente proposta – dice l’associazione “Libertà e partecipazione”  – è rivolta, attraverso gli Organi di Informazione, anche a quanti, cittadini liberi da ogni pregiudizio di parte, politici moralmente elevati, associazioni impegnate nella cultura antifascista, partiti convintamente riformisti, vogliano esprimere solidarietà all’iniziativa e ciò con l’augurio che la stessa non fomenti divisioni ideologiche ma possa invece costituire un presupposto di unità e libera partecipazione sui valori della resistenza, del sindacalismo più determinato a tutela dei diritti dei meno abbienti, dell’azione politica rispettosa del bene comune rappresentato dalla libertà e dalla partecipazione civica disinteressata”