Misterbianco. Sono le nuove generazioni che iniziano a capire l’importanza di rispettare l’ambiente, proteggendolo e tutelandolo

Sono le nuove generazioni che iniziano a capire l’importanza di rispettare l’ambiente, proteggendolo e tutelandolo.

Il primo segnale di questa “rivoluzione culturale” arriva dai giovani del Lions Club Misterbianco, i Leo Club “Monasterium Album” che, domani venerdì 14 maggio dalle 9.00 alle 12.00, con la presenza dei militari americani in
servizio presso la Stazione Aeronavale della Marina USA di Sigonella (NAS Sigonella), saranno i principali attori della bonifica che sarà fatta nel quartiere Milicia.

Un’azione di rimozione dei vari rifiuti abbandonati da chi non ha rispetto dell’ambiente e dei suoi residenti, che sarà tecnicamente supportata da Dusty al fine di trarre anche in un’occasione simile, l’opportunità per fare una corretta raccolta differenziata. Perché decoro e rispetto dell’ambiente, sono due concetti che devono camminare di pari passo.

I giovani del Leo Club, i militari americani della NAS Sigonella e i cittadini che vorranno aderire all’iniziativa, si daranno appuntamento alle 9.00, al Largo Nino Condorelli, per poi procedere con la bonifica straordinaria.

«Questa è la prima iniziativa che organizziamo in città per riqualificare il territorio, spesso maltrattato da chi non comprende che dobbiamo contribuire tutti al mantenimento e al decoro degli spazi collettivi – ha detto Anastasia Paternò, presidente dei Leo Club – riappropriandoci delle piazze e dei luoghi avendone cura. Auspichiamo di coinvolgere e di avere al nostro fianco sempre più cittadini virtuosi».

L’iniziativa ambientale verrà effettuata dai militari statunitensi appartenenti al programma “Sailor 360”. Questo programma, proprio come accade nel caso di una rotazione completa di 360 gradi, si focalizza sul consolidamento delle qualità di leadership di ogni marinaio che vi partecipa per raggiungere il pieno potenziale.

In quest’ottica rientrano le attività di “service” nei confronti della comunità siciliana che ospita la base sin dal 1959, nel più ampio programma di volontariato civico, ambientale e linguistico interculturale, coordinata dal responsabile delle Relazioni Esterne della NAS americana Alberto Lunetta, e denominata Community Relations (COMREL).

La presenza dei militari americani della NAS Sigonella, a supporto della bonifica, rientra tra i circa 200 progetti di solidarietà avviati.

PARTECIPAZIONE LIBERA, NEL RISPETTO DELLE DISPOSIZIONI VIGENTI COVID-19

I cittadini che vorranno aderire alla straordinaria pulizia dovranno rispettare le vigenti disposizioni di sicurezza per contrastare il diffondersi del Covid-19. Pertanto, è imperativamente indicato l’utilizzo delle mascherine ben posizionate per la copertura delle prime vie respiratorie (naso e bocca), dei guanti, e il mantenimento delle distanze corporee di almeno 1 metro, tra un soggetto e l’atro durante le fasi di bonifica.

A intervento concluso, una squadra di operatori ecologici Dusty provvederà a ritirare i rifiuti raccolti e differenziati, e a conferirli nelle piattaforme di avvio a riciclo.