Filiera del latte siciliano, incontro fra l’assessore Scilla e i rappresentanti del Distretto

Nuovo confronto tra l’assessore Scilla e il Distretto Produttivo Siciliano Lattiero Caseario. Dopo la videoconferenza del 27 aprile scorso, si è svolto un incontro a Palermo fra  Enzo Cavallo e  Sebastiano Tosto, rispettivamente Presidente e vice Presidente del DiProSiLac (Distretto Produttivo Siciliano Lattiero Caseario), Daniele Dipasquale, del Libero Consorzio Comunale di Ragusa, e l’Assessore regionale all’Agricoltura Toni Scilla per discutere di una serie di aspetti che riguardano la filiera del latte in Sicilia, a partire dalla sua tutela e valorizzazione.

Tra i punti evidenziati dal Distretto, ci sarebbe la richiesta di semplificazione degli adempimenti burocratici relativi alla decreto proposto dal Mipaaf che ha per oggetto il monitoraggio del latte prodotto e trasformato in Sicilia, aspetto su cui l’assessore si sarebbe già confrontato con il Ministero.

Al centro dell’incontro anche l’avvio in Sicilia della misura 14 sul benessere degli animali per cui i tempi si stanno allungando dopo le ulteriori richieste arrivate dall’Europa. Sulla questione, Il Distretto ha dato la propria disponibilità a rispondere alle osservazioni arrivate da Bruxelles con i necessari approfondimenti ma non nei tempi stretti imposti.

Affrontato poi anche i tema della costituzione dei Consorzi di Tutela del latte crudo vaccino e ovicaprino QS (Qualità Sicura Sicilia). Già rilasciati invece primi certificati di conformità per il marchio QS della filiera dell’agnello.

In conclusione, la delegazione del Distretto ha invitato l’assessore Scilla a visitare le zone e le aziende del Distretto per una maggiore conoscenza di queste realtà. Invito accolto con disponibilità da  Scilla.