mercoledì, Maggio 18, 2022
HomeCronacaFiliera del latte siciliano, incontro fra l'assessore Scilla e i rappresentanti del...

Filiera del latte siciliano, incontro fra l’assessore Scilla e i rappresentanti del Distretto

Nuovo confronto tra l’assessore Scilla e il Distretto Produttivo Siciliano Lattiero Caseario. Dopo la videoconferenza del 27 aprile scorso, si è svolto un incontro a Palermo fra  Enzo Cavallo e  Sebastiano Tosto, rispettivamente Presidente e vice Presidente del DiProSiLac (Distretto Produttivo Siciliano Lattiero Caseario), Daniele Dipasquale, del Libero Consorzio Comunale di Ragusa, e l’Assessore regionale all’Agricoltura Toni Scilla per discutere di una serie di aspetti che riguardano la filiera del latte in Sicilia, a partire dalla sua tutela e valorizzazione.

Tra i punti evidenziati dal Distretto, ci sarebbe la richiesta di semplificazione degli adempimenti burocratici relativi alla decreto proposto dal Mipaaf che ha per oggetto il monitoraggio del latte prodotto e trasformato in Sicilia, aspetto su cui l’assessore si sarebbe già confrontato con il Ministero.

Al centro dell’incontro anche l’avvio in Sicilia della misura 14 sul benessere degli animali per cui i tempi si stanno allungando dopo le ulteriori richieste arrivate dall’Europa. Sulla questione, Il Distretto ha dato la propria disponibilità a rispondere alle osservazioni arrivate da Bruxelles con i necessari approfondimenti ma non nei tempi stretti imposti.

Affrontato poi anche i tema della costituzione dei Consorzi di Tutela del latte crudo vaccino e ovicaprino QS (Qualità Sicura Sicilia). Già rilasciati invece primi certificati di conformità per il marchio QS della filiera dell’agnello.

In conclusione, la delegazione del Distretto ha invitato l’assessore Scilla a visitare le zone e le aziende del Distretto per una maggiore conoscenza di queste realtà. Invito accolto con disponibilità da  Scilla.

RELATED ARTICLES

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

- Advertisment -

Most Popular

Recent Comments