Salute, a Catania nasce il nuovo poliambulatorio

Negli ultimi mesi oltre 32 milioni di italiani si sono visti rimandare o hanno annullato visite, esami ed interventi, ma la salute non può attendere. 

I disservizi, uniti al timore di contrarre il virus in una struttura hanno riguardato praticamente tutte le specialità: il podio spetta a gastroenterologia urologia (rispettivamente con l’81,2% e il 75% di pazienti che hanno subito ritardi o annullamenti su visite, esami od operazioni già programmate), anche patologie molto gravi non sono state esenti da questo fenomeno e, ad esempio, hanno subito ritardi o annullamenti il 61,1% dei pazienti cardiologici ed il 47,2% di quelli oncologici.

Ecco che in un unico polo si riuniscono urologo andrologo, ginecologo, dermatologo, otorino, audiologo, fisiatra, neurochirurgo, endocrinologo e anatomo patologo con chirurgie in giornata come oncologica, maxillo facciale, plastica, neuro e vascolare e una ampia offerta di indagini diagnostiche con macchinari di ultima generazione. 

Secondo una recente ricerca italiana nel 68% dei casi l’appuntamento è stato rimandato senza previsione di quando poterlo recuperare. Con preoccupanti picchi in specialità come l’oncologia, ad esempio, dove lo spostamento medio è stato di 63 giorni, e 81 giorni per la ginecologia. 

Ma la salute non si può rimandare e sono moltissime le condizioni mediche in cui la diagnosi precoce o la presa in carico tempestiva fanno la differenza. 

Hanno rinunciato nel 71,3% dei casi lo hanno fatto per paura di contrarre il Covid recandosi in una struttura medica, nel 19,7% perché scoraggiati dai lunghissimi tempi di attesa.

E con una filosofia di servizio e di accesso alla qualità delle prestazioni che nasce a Catania il nuovo Poliambulatorio GI.SA.: riunisce medici specialisti provenienti da importanti realtà ospedaliere e universitarie di tutta Italia, con consolidate esperienze.

“La medicina del futuro sarà sempre di più contraddistinta da un approccio multisciplinare, per garantire al paziente non solo una corretta terapia per il singolo problema di salute ma anche una strategia più ampia, che tenga conto delle relazioni della patologia con l’intero organismo e delle condizioni di salute generale.

La visione multispecialistica inoltre è rassicurante e permette la centralizzazione delle prestazioni in un unico luogo con specialisti che dialogano tra loro” ha spiegato il Professor Salvatore Sansalone, Andrologo e Urologo.

Al Poliambulatorio GI.SA. spicca tra i servizi il Centro di Chirurgia Genito Uretrale, il più innovativo punto di riferimento Ultraspecialistico Internazionale per lo studio e la terapia delle patologie uretrali e dell’apparato genitale maschile del Sud Italia.

Si avvale di una stretta collaborazione con la ”Sava Perovic Foundation” di Belgrado diretta dal Dott. Rados Djinovic e con il Centro di Chirurgia Ricostruttiva dell’Uretra di Arezzo diretto dal Prof Guido Barbagli.

L’accesso alle visite mediche è garantito in pochi giorni per ovviare al problema delle lunghe liste di attesa e Tutti i professionisti lavorano in equipe con una visione d’insieme a favore della salute della persona.