Minardo e Figuccia (Lega): “Giù le mani dalle tasche dagli agricoltori siciliani”

“La proposta presentata dall’attuale ministro Patuanelli, riguardante il riparto del Fondo Europeo per l’agricoltura e lo sviluppo rurale, penalizzerebbe in modo del tutto ingiustificato il sud ed in modo particolare la nostra Regione”

  • A dirlo è Vincenzo Figuccia deputato della Lega all’Ars e commissario del partito per Palermo – “Le risorse sottratte agli agricoltori siciliani sarebbero, infatti, pari a circa 400 milioni di euro.
    La decisione assunta dal Ministro delle Politiche agricole, il grillino Stefano Patuanelli, – prosegue Figuccia – sarebbe un’ulteriore tegola sulla già fragile economia del mezzogiorno e della Sicilia per favorire l’agricoltura del Nord Italia”.

Nella riunione del direttivo regionale svoltasi stamane a Siracusa, abbiamo condiviso insieme al segretario regionale on. Nino Minardo una mozione che impegni il governo a ristabilire il principio di equità, – conclude Figuccia – attraverso una modifica dei criteri di riparto di un fondo rilevante per lo sviluppo dell’agricoltura siciliana”.

“Considero la proposta del ministro un vero e proprio scippo finanziario contro la Sicilia.
La misura è ormai colma, non siamo disposti ad accettare condizioni che penalizzano oltre ogni ragionevole logica l’agricoltura siciliana.

  • A rincarare la dose è l’onorevole Nino Minardo segretario regionale della lega in Sicilia –
    Il comparto agricolo rappresenta ancora oggi una colonna indispensabile per la vita dell’ isola che, – continua Minardo – deve essere incentivata con misure concrete dal Governo nazionale.
    Per tali ragioni la lega Sicilia si opporrà strenuamente – conclude il segretario del carroccio – ad una misura che aumenterebbe solamente il gap tra nord e sud”.