Marsala: ITET ‘Garibaldi’ scuola ambasciatrice del Parlamento Europeo

Il vice sindaco di Marsala, Paolo Ruggieri, ha partecipato questa mattina alla cerimonia ufficiale di conferimento del titolo – e dell’apposizione ufficiale della targa – EPAS (European Parliament Ambassador School) all’ITET ‘Garibaldi’.

La sigla EPAS sta ad indicare il programma che coinvolge le scuole di tutta Europa in un percorso di formazione lanciato con un progetto pilota nel 2015 dal Segretario Generale del Parlamento europeo, Klaus Welle e dalla DG Comunicazione del Parlamento Europeo, che ha come scopo quello di avvicinare gli studenti all’Europa e al Parlamento europeo in particolare, farne conoscere il funzionamento, favorire le interazioni tra studenti e deputati europei nonché dare informazioni utili ai giovani sulle opportunità di formazione, tirocinio e lavoro offerte loro dall’Europa. L’incontro ufficiale EPAS si è svolto da remoto alla presenza dell’Eurodeputato Ignazio Corrao e della Responsabile dell’Ufficio del Parlamento europeo in Italia, Chiara Landolfo; era presente Marta Ferrantelli, Responsabile Europe Direct Trapani-DG COMM Commissione Europea e HUB Sicilia. Questa mattina agli studenti coinvolti sono stati consegnati gli attestati di Ambasciatori junior del Parlamento europeo. La cerimonia è stata preceduta, per il Programma Scuola ambasciatrice del Parlamento europeo #EPAS, dal discorso del Presidente David Sassoli @EP_President, che si è rivolto agli insegnanti e agli studenti che stanno partecipando all’iniziativa. “Che una scuola marsalese, peraltro già distintasi al Premio Nazionale Scuola Digitale, dove ha conquistato il secondo posto per la Provincia di Trapani – dice il vice sindaco, Paolo Ruggieri – sia ambasciatrice d’Europa, è un riconoscimento per l’Istituto ma anche per la Città, che ha sempre mostrato attenzione ai rapporti con le Istituzioni. In particolare l’ITET ‘Garibaldi’ è noto per essere una realtà scolastica all’avanguardia nella digitalizzazione. L’Amministrazione Grillo sosterrà ogni iniziativa che avvicini i cittadini, e i giovani in modo particolare, alle Istituzioni”.