Zaino in spalla: il nomade digitale che mappa la Sicilia

Evento on line, 28 maggio 2021 alle 10.30

“Non invidio a Dio il paradiso perché sono ben soddisfatto di vivere in Sicilia“ – Federico II di Svevia

È in programma per giorno 28 maggio alle 10.30, un webinar, sulla piattaforma Zoom, dal titolo: “Zaino in spalla – Il nomade digitale che mappa la Sicilia”, incentrato su tematiche riguardanti il turismo dal punto di vista sostenibile e digitale, le piattaforme informatiche 4.0 ed il southworking, ovvero il lavoro da remoto per aziende fisicamente collocate nell’Italia del Nord, svolto da casa o in regime di smart working da persone che abitano nelle regioni meridionali.

Il webinar è organizzato da WeStart, incubatore di Startup, in partnership con StSicily, società che si occupa di consulenza per lo sviluppo del business, formazione ed internazionalizzazione di impresa, Delisa Group, società che fornisce soluzioni software innovative, rivolte a pubbliche amministrazioni, l’associazione culturale “La Sicilia vista dall’alto”, OTIE (Observatory on Tourism for Islands Economy, Osservatorio sul turismo per l’economia delle isole),  Wundergarten Dimora dei frati, casa padronale nel Parco delle Madonie, dipartimento SEAS (Scienze Economiche Aziendali e Statistiche), dell’Università degli Studi di Palermo, That’s it, Agenzia di comunicazione di Palermo, ed infine Idunn, società francese, ideatrice di una piattaforma sul web, per far incontrare professionisti della comunicazione e studenti in cerca di un programma di stage e studio-lavoro.

Lo scopo dell’evento on line è quello di formulare una proposta strategica, in grado di fornire soluzioni per valorizzare i territori siciliani, attraverso delle azioni che puntano principalmente all’attrazione turistica e all’innovazione digitale.

La proposta strategica, inoltre, prende in forte considerazione anche la possibilità di internazionalizzare le DMS (Destination Management System), piattaforme digitali che, attraverso un Data Base centrale e sistemi di booking (prenotazione on line) integrato permette all’intero sistema turistico italiano di gestire in modo integrato l’informazione, la promozione ed eventuale commercializzazione dell’offerta e l’interoperabilità tra portali turistici dei diversi livelli di destinazione.

A completare il quadro strategico, oggetto del webinar, vi sono l’albergo diffuso (impresa ricettiva alberghiera situata in un borgo, formata da più case vicine fra loro, con gestione unitaria e in grado di fornire servizi alberghieri a tutti gli ospiti) e la riqualificazione urbana.

Il programma dell’evento prevede nella fase iniziale, i saluti istituzionali da parte dei Prof. Angelo Mineo, e Salvatore Tomaselli, rispettivamente Direttore e Prof. Associato di Economia Aziendale, presso il dipartimento SEAS.

Seguiranno degli interventi, moderati da Monica Gianforte, laureata in Lingue con Specializzazione L2 per insegnare l’Italiano agli stranieri.

La fase degli interventi, inizierà con Antonio Gaudesi, di Delisa group. Gaudesi illustrerà le potenzialità offerte dal digitale, nel turismo siciliano.

Nell’intervento successivo, curato da Debora Di Gesaro, di Wundergarten Dimora dei frati, si affronteranno tematiche legate all’albero diffuso ed il turismo cool & smart.

Il tema comune, affrontato negli interventi successivi, sarà incentrato sull’internazionalizzazione d’impresa. Manfredi Mercadante, presidente dell’associazione WeStart, incubatore di startup, discuterà dell’importanza della formazione, per attrarre studenti di ogni nazionalità in Sicilia.

Seguirà l’intervento di Piero Tuzzo, direttore e co-fondatore di StSicily, che parlerà degli internship Camp, stage formativi rivolti a studenti italiani e stranieri, che mirano ad inserirli presso aziende siciliane, per potere sviluppare delle soluzioni che permettano alle stesse aziende di internazionalizzare il proprio business.

Anna Jousset, nell’intervento seguente, descriverà il funzionamento di Idunn.fr, piattaforma francese on line per la profilazione di studenti a cui viene associato un curriculum, visibile alle aziende e alle agenzie di comunicazione in cerca di personale da inserire nel proprio organico.

Sabrina Gianforte, esperta di enogastronomia, affronterà l’ultimo intervento, in rappresentanza dell’associazione “La Sicilia vista dall’alto”, di cui è Presidente, con all’attivo percorsi esperienziali sul turismo enogastronomico, rassegne culturali di promozione storico-culturali, e artigianato artistico.

Tra i punti focali del webinar si pone la questione sulla mancanza di familiarità della Sicilia con l’innovazione tecnologica e la relazionalità con l’estero, nonostante le enormi potenzialità offerte dai suoi territori in ambito turistico, architettonico e culturale. L’innovazione digitale è, effettivamente, una scelta obbligata, data l’evidente stato di crisi in cui versa il comparto turistico siciliano, a causa dell’attuale pandemia da Covid-19. Ne consegue che i giovani studenti siciliani, sono fortemente penalizzati, e rischiano di rimanere esclusi da un circuito economico, che intende scommettere sul futuro.

Da queste premesse emerge la necessità della piattaforma DMS, già attiva in altre regioni italiane a vocazione turistica, ma non ancora in Sicilia.

L’obiettivo prefissato da WeStart ed i partner del webinar,  è incentrato proprio sulla creazione di una piattaforma DMS, in cui si fa uso della realtà aumentata e virtuale, simbolo identitario dell’era digitale 4.0, ed il supporto di giovani studenti stranieri che vivono la Sicilia come lavoratori.

Si intente, in prativa, facilitare il passaggio dei giovani studenti siciliani, da Nomadi Digitali, con lo zaino in spalla, per fare ciò il south working esige, a lavoratori che mantengono uno stile di vita tutto siciliano, mantenendo il proprio posto di lavoro estero, e da remoto essere in grado di internazionalizzare la Sicilia. Questa fase di trasformazione permetterà di attrarre la massa turistica necessaria a rilanciare le risorse economiche del contesto territoriale siciliano.

L’azione concreta, che si intende portare avanti, prevede l’inserimento degli studenti in un percorso di lavoro e tirocinio, seguiti dalla Stsicily. Gli studenti potranno mappare il territorio siciliano, inserendo le aziende turistiche e ricettive, nella piattaforma DMS con quegli strumenti di realtà aumentata che renderanno ancora più attrattiva la nostra amata terra.