Gelarda (Lega) Brusca torna in libertà. Nessun esponente dello Stato partecipi più alle cerimonie del 23 maggio

“Sono palermitano e sono cresciuto in mezzo a stragi ed omicidi, che hanno devastato la mia città per decenni- dichiara il consigliere comunale di Palermo Igor Gelarda ed appartenente alla Polizia di Stato. I mafiosi hanno massacrato bambini, donne e uomini. Hanno macchiato, indelebilmente, il nome e la storia di un’isola. Credo che sia giusto, dopo aver liberato chi ha ucciso Giovanni Falcone, e tantissime altre persone, che lo Stato riconosca che senza un cambio di rotta ha perso credibilità e quindi non partecipi più a nessuna commemorazione per il 23 maggio e il 19 luglio. Come potremmo infatti  spiegare ai partecipanti, specialmente ai bambini delle scuole, che uno degli autori della strage di Capaci è libero?” “