Bando da 7,4 milioni al Policlinico di Palermo, giovedì audizione all’Ars

Fiadel-Cisal: “Si affidi il servizio alla Seus salvando 50 posti di lavoro”

“Affidare alla Seus 118 il servizio di trasporto interno al Policlinico di Palermo, fermando la gara da 7,4 milioni di euro, consentirebbe di far risparmiare soldi ai siciliani e di garantire trasparenza e legalità. Ribadiremo la nostra proposta ai componenti della commissione Sanità dell’Ars che ci hanno convocato per giovedì 9 giugno”. Lo dice Giuseppe Badagliacca, segretario generale Fiadel-Cisal, che nei giorni scorsi aveva inviato una nota in merito al presidente della Regione Nello Musumeci, alla presidente della commissione Sanità dell’Ars Margherita La Rocca Ruvolo, al presidente della commissione Bilancio dell’Ars Riccardo Savona e al presidente della Seus 118 Davide Croce.

“Alla luce delle ultime vicende giudiziarie – spiega Badagliacca – è indispensabile riportare il servizio di trasporto sanitario intra e inter ospedaliero nelle mani del pubblico, affidandolo in house alla Seus 118: ci sono tutte le condizioni perché la Seus oggi accetti il servizio e lo svolga al meglio, facendosi carico, così come prevede la legge, dei 50 lavoratori della Italy Emergenza e ricorrendo a forme di leasing per i mezzi. Questo consentirebbe inoltre di evitare la gara e tutte le spese connesse”.