Meno rifiuti, più sharing, Junker app apre la sua Bacheca ai Centri del Riuso

Junker app potenzia il suo impegno per la riduzione dei rifiuti e “raddoppia” la Bacheca del Riuso. Da oggi, nei territori aderenti al servizio, i cittadini potranno trovare annunci di oggetti ancora in buono stato, messi a disposizione non solo da privati, ma anche dal Centro del Riuso comunale
Un nuovo alleato a disposizione dei Comuni più sensibili alla riduzione dei rifiuti. Junker app, l’assistente per la differenziata più amato d’Italia, ha infatti deciso di potenziare la sua Bacheca del Riuso: una vetrina virtuale, consultabile sia in app che dal portale web, per aiutare i cittadini a dare una seconda vita a oggetti altrimenti destinati alla discarica.
Da oggi, nei territori aderenti al servizio, i cittadini troveranno dunque annunci di prodotti ancora in buono stato, messi a disposizione non solo da privati, ma anche dal Centro del Riuso comunale.COME FUNZIONA LA BACHECA DEL RIUSOLanciata per la prima volta nel 2020 durante il lockdown, la Bacheca è stata pensata per offrire agli italiani occasioni di sharing e riuso anche a distanza. Una buona pratica dal grande valore umano, ambientale ed economico.
A distanza di un anno, la Bacheca si arricchisce adesso di un nuovo tassello, aprendosi anche ai Centri del Riuso comunali, che possono usarla per dare ampia visibilità agli oggetti – soprattutto RAEE e ingombranti – e ai prodotti rigenerati in attesa di trovare una nuova casa.Nei Comuni che attiveranno il servizio completo, anche i cittadini potranno proporre lo scambio o il regalo di oggetti in loro possesso. E ovviamente consultare, in forma anonima, gli annunci altrui, navigando tra le categorie per migliorare la ricerca. In caso di interesse, basterà compilare un breve form per essere messi in contatto con l’inserzionista. All’interno della Bacheca non sono previsti scambi economici.IL SECOND HAND DI PROSSIMITA’
“Secondo una stima di Occhio del riciclone e Utilitalia – sottolinea Noemi De Santis, responsabile comunicazione di Junker app – il 2% dei rifiuti prodotti nel nostro paese potrebbe essere destinato al riuso. Con la Bacheca di Junker offriamo alle amministrazioni locali un altro strumento innovativo, per rendere i cittadini davvero protagonisti della transizione verso l’economia circolare. La nostra vetrina virtuale ha infatti una caratteristica che la rende diversa da tutte le altre piattaforme second hand: è nata per valorizzare la dimensione di prossimità. Tutti gli oggetti proposti si trovano nel raggio di pochi km, riducendo gli spostamenti e rendendo dunque ancora più sostenibile e vantaggiosa l’opzione del riuso. Gli italiani non sono mai stati così sensibili sui temi della sostenibilità. Adesso bisogna solo creare le condizioni perché quest’attitudine green si trasformi in un vero e diffuso cambiamento di stili di vita”.