Scoperte Targhe Bilingue per progetto di educazione alla cittadinanza attiva al parco Gioeni di Catania

All’interno del Parco Gioeni di Catania, sono state presentate al pubblico le targhe bilingue dedicate all’Acquedotto della Licatia e al Mulino ad Acqua. Si conclude quindi la fase intermedia del progetto “I giovani adottano il Parco Gioeni” che vede gli studenti dell’istituto di istruzione superiore “E.Fermi-F.Eredia”di Catania coinvolti in un processo di cittadinanza attiva dal grande valore civico, didattico e culturale. Ragazzi e ragazze impegnati nel proteggere, pulire e valorizzare uno dei principali parchi della città metropolitana etnea.

Presenti all’evento i rappresentanti del Kiwanis Club Catania Estl’assessore all’Ecologia del comune di Catania Fabio Cantarellal’assessore alla Cultura e alle Politiche Giovanili del comune di Catania Barbara Mirabellai rappresentanti dell’associazione Sicilantica, il Luogotenente Governatore del Distretto Italia divisione Sicilia 2 il dottor Alfio Cavallaro, la dirigente prof.ssa Maria Giuseppa Lo Bianco, i docenti e gli studenti dell’istituto Superiore Fermi-Eredia di Catania.

 “Si tratta di un progetto ambizioso ma allo stesso tempo stimolante che abbiamo immediatamente sposato- dichiara la dirigente prof.ssa Maria Giuseppa Lo Bianco– quella di oggi è solo una fase intermedia che, dopo l’adozione degli spazi verdi del Tondo Gioeni, ci vede in prima linea in un percorso di formazione che renderà i nostri studenti cittadini attivi e consapevoli della realtà che li circonda. Ringrazio l’amministrazione comunale ed i rappresentanti del Kiwanis Club Catania Est e dell’associazione Sicilantica con cui abbiamo intrapreso questo percorso di grande importanza per la comunità ed i nostri studenti”.  

Giornate di studio e sopralluoghi sul posto (coordinati con il Comune e la Dusty) hanno scandito finora le varie fasi del progetto “I giovani adottano il Parco Gioeni”.