Palermo: candidati a Rettore e la CRUI

Un Confronto importante e forse unico

Il 9 giugno 2021 si è tenuto un Confronto pubblico tra e con i due Candidati a Rettore dell’Università di Palermo. All’Incontro, promosso dall’ANDU, hanno partecipato 300 persone.

         Il tema principale del Confronto è stato il ruolo del Rettore nell’ambito nazionale e, soprattutto, nella CRUI.

         I candidati a Rettore, Massimo Midiri e Francesco Vitale, hanno precisato come intendono rapportarsi, se eletti, con l’Ateneo e, in particolare, con il Senato Accademico, prima di andare a discutere nella CRUI questioni di rilievo.

         Un chiarimento, questo, importante considerando che i candidati a rettore non usano chiarire al momento della candidatura se e come preventivamente coinvolgere il proprio Ateneo quando discuteranno e voteranno nella CRUI documenti che influenzano non poco le scelte politiche sull’Università. È stato questo il recente caso dell’approvazione, all’unanimità, da parte della CRUI di un documento (nota 1) con il quale si chiede di aggravare ulteriormente il problema del precariato, senza peraltro prevedere alcuna concreta prospettiva di stabilizzazione degli attuali precari.

         Nel confronto si sono anche discussi diversi temi di rilievo nazionale: diritto allo studio, precariato (nota 2), modalità concorsuali, governance del Sistema nazionale (CRUI, CUN, ANVUR, ASN, VQR), finanziamenti e loro distribuzione, ruolo degli Atenei meridionali, etc.

         Si è trattato di un Confronto, probabilmente unico nel panorama nazionale, che potrebbe diventare uno stimolo ai candidati a Rettore nei vari Atenei affinché si pronuncino esplicitamente chiarendo il rapporto che intenderanno stabilire tra la loro presenza nella CRUI e l’Ateneo che rappresenteranno.

Per vedere il VIDEO del Confronto cliccare qui.

Nota 1. V. il documento “I rettori contro il Sistema universitario” e, in particolare, il punto 1.a (“Il devastante progetto dei Rettori”).Nota 2. Contro la Legge sul precariato che si sta votando alla Camera ADI, ANDU, ARTED, CISL UNIVERSITÀ, CNU, FLC CGIL, RETE 29 APRILE, UNIVERSITÀ MANIFESTAhanno indetto una manifestazione davanti a Montecitorio per il 14 giugno alle 17 (v. il documento “Uniti per fermare la Legge sul precariato”).

Per esprimere e/o leggere commenti sui contenuti di questo messaggio cliccare qui.

== La storia della devastazione dell’Università può essere approfondita nel sito dell’ANDU (http://www.andu-universita.it/) utilizzando la “ricerca avanzata”, in alto a sinistra.

== Con la recente aggiunta nel sito dell’ANDU di tutte le Agenzie mensili di “Università Democratica” (dal settembre 1984 all’ottobre 1999) è ora più ampiamente documentata sia l’opera di demolizione dell’Università condotta da oltre 40 anni, sia l’opposizione portata avanti da oltre 40 anni prima dal movimento dei precari, poi da quello dei ricercatori e quindi dall’ANDU.

== Per informazioni sull’ANDU (Costituzione, Organi, Statuto) cliccare qui 

== Si possono iscrivere all’ANDU i docenti universitari di ruolo, in servizio o in pensione, e i docenti /ricercatori non di ruolo. Per iscriversi v. qui.

== Se altri volessero ricevere notizie dall’ANDU, inviino una e-mail ad anduesec@tin.it con oggetto “notizie”.

Per diminuire la possibilità che le email da parte della nostra possano arrivare come messaggi di posta indesiderata, e bloccati come *SPAM*, vi invitiamo a controllare anche la posta contrassegnata come *SPAM*; e ad inserire l’indirizzo email email@andu.smtpstudio.com tra i mittenti attendibili e quindi autorizzati. Purtroppo molti server di posta elettronica, in special modo quelli universitari, hanno dei firewall con livelli di protezione molto alti. Vi invitiamo anche a verificare le modalità di tale azione, proprie del service di posta elettronica da voi utilizzato, nonché, se necessario, a contattare i tecnici informatici che lo gestiscono.