Regione: “sindacati pronti a proporre progetto di cambiamento radicale della Pubblica Amministrazione Regionale”

Si è svolto oggi l’incontro tra l’Assessore alla Funzione Pubblica Marco Zambuto, coadiuvato dal Dirigente Generale del medesimo dipartimento, e i rappresentanti sindacali di tutte le Organizzazioni Sindacali.

Dopo una breve introduzione di benvenuto dell’Assessore, il quale ha comunicato di volere scrivere insieme ai sindacati le direttive che la Giunta di Governo fornirà all’Aran Sicilia per il rinnovo dei contratti di lavoro della dirigenza e del comparto, i rappresentanti di CGIL, UIL, COBAS/CODIR, SADIRS e UGL FNA, unitariamente, hanno rappresentato, in linea generale, il proprio progetto di ammodernamento della macchina burocratica regionale che, passando per una urgentissima riclassificazione e riqualificazione del personale, porti ad un piano formativo innovativo che rompa con i vecchi schemi.

Occorre passare da una fase ormai retrograda di alcuni istituti contrattuali ad una valorizzazione degli istituti del trattamento economico accessorio collegato alla performance, sia essa organizzativa che individuale, ponendo particolare attenzione alla definizione di nuovi criteri idonei a garantire una reale valutazione del personale.
CGIL, UIL, COBAS/CODIR, SADIRS e UGL FNA hanno, altresì, dichiarato di essere pronti ad entrare nel merito delle trattative se il governo regionale vuole stare al passo con i cambiamenti dettati dalle innovazioni tecnologiche in una pubblica amministrazione moderna ed efficiente.

In una tale circostanza assumono valore strategico le competenze professionali e la formazione continua del personale che, certamente, da un lato avranno il compito di superare le criticità evidenziate nel corso di questi ultimi anni anche da parte della stessa amministrazione regionale e dall’altro di rispondere ai fabbisogni di nuove professionalità e
competenze richieste dai cambiamenti organizzativi e dall’innovazione digitale e alle esigenze di valorizzazione delle capacità concretamente dimostrate dai dipendenti. CGIL, UIL, COBAS/CODIR, SADIRS e UGL FNA hanno, quindi, affrontato l’annosa questione delle scarse competente ultimamente dimostrate dall’Aran Sicilia spesso, fra l’altro, non in linea con le intenzioni del governo e a tal proposito l’Assessore Zambuto, confermando quanto dichiarato dalle scriventi Organizzazioni Sindacali, ha ribadito che la questione Aran è una questione ascrivibile in toto all’interno della compagine governativa di cui egli stesso fa parte e per la quale si sta lavorando per una sua adeguata risoluzione. CGIL, UIL, COBAS/CODIR, SADIRS e UGL FNA hanno inoltre ribadito che dal Governo Regionale ci si aspetta intraprendenza unita a una visione moderna della pubblica amministrazione regionale, mentre al termine dell’incontro l’Assessore ha comunicato una nuova convocazione per giovedì prossimo per entrare nel merito delle proposte di riforma dell’ordinamento professionale.