Trapani. Scoperta frode vendita auto

Nell’ambito delle attività di controllo finalizzate alla corretta applicazione delle norme sull’IVA intracomunitaria, i funzionari ADM di Trapani hanno
individuato un’azienda operante nel settore del commercio di autovetture usate che, anche grazie al coinvolgimento di soggetti terzi emersi nel corso dell’indagine, acquistava in Belgio, Francia e Spagna autovetture rivendute a clienti italiani, primi intestatari delle stesse, ai quali
non veniva rilasciata alcuna fattura, facendo così perdere le tracce della propria intermediazione,
in totale evasione delle imposte gravanti e alterando le regole della libera concorrenza.
Le indagini hanno permesso di accertare che i clienti venivano, in realtà, truffati; infatti, mediante la manomissione dei relativi contachilometri, le autovetture venivano rivendute con un chilometraggio inferiore rispetto a quello effettivo anche di oltre 60.000 km.
Oltre al recupero dell’IVA evasa per 50.000 euro circa e all’applicazione di sanzioni fino a 92.000 euro, i responsabili sono stati denunciati all’Autorità Giudiziaria per i reati di occultamento di scritture contabili e truffa, nonché segnalati all’Autorità garante della concorrenza e del mercato per aver posto in essere pratiche commerciali scorrette, sanzionabili ai sensi del codice del consumo.
La continua azione di ADM conferma il ruolo strategico svolto a tutela dei consumatori e degli
interessi erariali.