Sentiero Torre Bennistra a Scopello: manutenzione e messa in sicurezza di aree e siti di interesse naturalistico e turistico

«Appena approvato il bilancio abbiamo subito predisposto i necessari interventi di manutenzione e messa in sicurezza di più zone cittadine tra le quali aree e siti di interesse naturalistico e turistico come a Scopello il sentiero di accesso a torre Bennistra, che è stato ripulito e reso fruibile».

Lo fanno presente il sindaco Nicolò Rizzo e l’assessore alle Manutenzioni Leonardo D’angelo che proseguono:

«Sono stati ultimati i lavori di scerbatura lungo il sentiero di accesso a torre Bennistra, effettuati in collaborazione con la squadra antincendio della forestale in presidio a Scopello, nell’immobile confiscato alla mafia che anche quest’anno abbiamo messo a disposizione per un intervento celere in caso di incendi ed altre necessità. Un intervento di manutenzione necessario così come quelli che abbiamo già effettuato in alcune strade rurali ed interne, nonché pulizia, scerbatura e messa in sicurezza delle ville e aree verdi. Tutti importanti per la sicurezza ed incolumità nonché per il decoro cittadino. Proseguono anche gli interventi di controllo ambientale sull’abbandono di rifiuti e la disinfestazione e derattizzazione della città. Programmati anche altri interventi di messa in sicurezza e pulizia di luoghi di interesse ambientale e turistico –concludono il sindaco Nicolò Rizzo e l’assessore alle Manutenzioni Leonardo D’angelo –proprio come il sentiero di accesso a torre Bennistra. Provvederemo successivamente al ripristino della segnaletica e dei cartelli informativi poiché è in itinere il bando per l’arredo urbano con il quale effettueremo la sistemazione».

Le torri di avvistamento saracene facevano parte di un sistema di comunicazione e la torre Bennistra a Scopello è stata costruita su un cocuzzolo a sud del baglio; è raggiungibile percorrendo il sentiero Cai n 631 che permette di arrivare sulla a vetta, a 202 metri sul livello del mare: un eccezionale punto di osservazione che domina l’intero golfo di Castellammare.