Deputati Udc: “soddisfazione per estraneità Cesa da inchiesta DDA di Catanzaro”

 “Apprendiamo con soddisfazione che Lorenzo Cesa non è tra i soggetti per i quali la Dda di Catanzaro ha chiesto il rinvio a giudizio nell’ambito dell’indagine “Basso profilo”. Sin dal gennaio scorso, all’atto dell’avvio dell’inchiesta, abbiamo confidato nel lavoro serio ed approfondito dei magistrati esprimendo al nostro segretario nazionale la nostra fiducia. Eravamo certi che Lorenzo Cesa potesse dimostrare la sua estraneità rispetto ad accuse che hanno avuto una eco fortissima e hanno dato voce ai soliti giustizialisti che mettono sotto i piedi il principio costituzionale di presunzione di non colpevolezza fino a sentenza definitiva. Cesa da uomo politico con profondo senso dello Stato aveva lasciato anche la segreteria nazionale nell’attesa che la magistratura svolgesse il suo compito. Oggi può riprendere il lavoro da dove l’aveva interrotto contando sull’affetto e la stima che non gli abbiamo fatto mai mancare”. Lo affermano Eleonora Lo Curto, capogruppo Udc all’Assemblea regionale siciliana e i deputati siciliani Mimmo Turano e Giovanni Bulla.