Il Direttore dell’Asp. 5 Alagna ha incontrato una delegazione del Comitato Eolie

“Costante nelle ultime settimane l’impegno dell’Asp di Messina per garantire, attraverso molteplici iniziative, più agevoli e incisive prestazioni sanitarie e far in modo che ci siano servizi di prossimità migliori per la salute alle Eolie“. Durante l’incontro con la delegazione del Comitato Eolie, il Direttore Generale dell’Asp 5 di Messina, Bernardo Alagna, fa il punto della situazione rispetto al percorso, già intrapreso con il precedente Direttore Generale, volto a definire le problematiche dell’ospedale di Lipari e fare il punto della situazione attuale. “Ad esempio – prosegue la nota – ad Oncologia – è stato attivato l’ambulatorio di oncologia diretto dal Dr. Ferraù, primario di oncologia medica dell’ospedale di Taormina. Già da qualche settimana i pazienti oncologici, per alcune patologie,  vengono trattati a Lipari, evitando così i disagi degli spostamenti. A breve, e ci auguriamo molto presto, si potrà procedere alla somministrazione di chemioterapici per via infusionale attraverso il potenziamento del servizio. Registriamo inoltre che per la Terapia Intensiva il direttore Alagna ha già affidato l’incarico di progettazione alla ditta Tecnè ed è stato reperito il finanziamento pari a 450 mila euro, per espletare la gara d’appalto e l’affidamento dei lavori che potrebbero iniziare entro l’estate”. “C’è ancora – prosegue la nota – carenza di personale ma sono stati già banditi i concorsi che saranno espletati a breve termine. Inoltre è stato aggiunto il terzo cardiologo nella nuova pianta organica che dovrà essere approvata entro dicembre e sarà espletato a breve il concorso per i farmacisti. Per quanto riguarda la Gestione Sperimentale del P. O. di Lipari l’Asp fa sapere che si sta valutando un progetto di convenzione e gestione sperimentale con una struttura pubblica di 2° livello, sul modello strutturato all’ospedale dell’isola d’Elba, allargato alle specialistiche di base, con l’obiettivo di riattivare tutte le attività, anche attraverso il meccanismo del doppio binario in particolare per le discipline chirurgiche. Inoltre, per quanto attiene l’assistenza sul territorio delle isole più piccole, con particolare riferimento al progetto regionale “Trinacria“, su cui il Dr. Alagna fa affidamento per il miglioramento dell’assistenza, considerato che la prima gara d’appalto è andata deserta, che il RUP incaricato è andato in pensione, stiamo sollecitando il nuovo designato ad accelerare le procedure per l’espletamento della nuova gara d’appalto, obiettivo 1, per l’impianto della telemedicina nei pressi di Continuità Assistenziale, ex Guardie Mediche, dell’Arcipelago Eoliano. A breve poi è stato riferito che arriveranno ambulanze piccole con conducente per le isole di Lipari, Panarea e Stromboli. Già tre compagnie hanno dimostrato interesse per la gestione del servizio. Infine la camera iperbarica entro fine giugno sarà riaperta e rafforzati gli anestesisti, il personale di emergenza e l’attuale risonanza verrà sostituita da un apparecchio di ultima generazione più performante. I delegati del Comitato – hanno anche ricordato e fatto presente che è desiderio degli Eoliani poter tornare a nascere a Lipari, argomento che si trattando nell’ambito del progetto sperimentale a gestione pubblica. 
Concludono al termine dell’incontro i componenti della delegazione di essere    fiduciosi  che  l’Asp proseguirà in questi percorsi virtuosi e sperano  che presto, cercando di accorciare i tempi burocratici, potremo avere una sanità migliore e più rispettosa dei bisogni dei cittadini delle Eolie.