Castellammare, buoni spesa nuovamente disponibili: domande entro il 12 luglio

Istanza solo online per ottenere il voucher elettronico erogato per l’emergenza Covid 19

Format predisposto sul sito internet del Comune

Ancora buoni spesa per chi ne ha bisogno a causa dell’emergenza Coronavirus erogati anche questa volta solo in formato elettronico.  

Dopo le precedenti distribuzioni, l’amministrazione comunale ha riattivato le procedure di sostegno per le famiglie in difficoltà a causa della pandemia da Covid-19, con una nuova ripartizione di buoni spesa: entro il 12 luglio si può presentare la domanda on-line collegandosi al sito internet del Comune di Castellammare del Golfo www.comune.castellammare.tp.it, cliccando sull’apposito link denominato Richiesta erogazione Buoni Spesa POC SICILIA 2014-2020, ed allegando un documento di identità in corso di validità e tessera sanitaria.

Le domande devono essere presentate esclusivamente tramite il format predisposto sul sito istituzionale del Comune https://care.immediaspa.com/immedia/immediacare_login.php.

Per informazioni e chiarimenti si può contattare l’ufficio Servizi Sociali telefonando al numero 0924592 257.

L’assessorato regionale della Famiglia, infatti, per le “Misure di sostegno all’emergenza socio assistenziale da COVID-19”, ha assegnato 90.948 euro al Comune che ha predisposto l’avviso pubblico per i nuclei familiari in stato di bisogno.

Il supporto che riguarda il buono spesa per l’acquisto di beni di prima necessità quali alimenti, prodotti farmaceutici, prodotti per l’igiene personale o bombole del gas, è rapportato al numero dei componenti il nucleo familiare e in questa tranche è più corposo rispetto ai buoni erogati a gennaio: 300 euro per una persona, 400 euro per nucleo familiare di 2 persone, 600 euro per tre persone, 700 euro per 4 persone e 800 euro per nuclei familiari con 5 o più persone. 

«La pandemia da Covid 19 è ancora in corso ed i suoi effetti, sanitari ed economici sono pesantissimi: i buoni spesa si sono dimostrati un concreto e diretto strumento di sostegno per chi ha necessità – dice il sindaco Nicolò Rizzo -. Per questo abbiamo predisposto procedure più semplici e tracciabili con l’erogazione solo in forma elettronica, così da dare ancora più efficacia ad un mezzo di sostegno che deve rispondere velocemente a chi ha bisogno. Come previsto con i precedenti buoni erogati, quest’ultimo bando predisposto dai Servizi Sociali si rivolge prioritariamente a chi non ha alcuna forma di sostegno ed ha bisogno di supporto con beni di prima necessità».

Nel bando, infatti, è previsto l’accesso prioritario al sostegno per le famiglie che non ricevono alcuna altra forma di reddito o assistenza economica da parte dello Stato, compresi ammortizzatori sociali e reddito di cittadinanza, Naspi, cassa integrazione…