Catania. “V-Oli-amo RICICLARE”, tutti in piazza Riccò per rigenerare l’olio vegetale domestico

Per l’occasione sarà installato un contenitore dedicato alla raccolta, disponibile dalle 8.30 alle 13.30

Domenica 27 giugno, dalle 8.30 alle 13.30 in piazza Annibale Riccò, sarà possibile smaltire l’olio esausto domestico delle fritture e delle cotture in genere.

Un’opportunità organizzata da Dusty, su disposizione del Comune di Catania, per contrastare la dannosa abitudine di disfarsi dell’olio esausto nel condotto del lavandino che causa gravi danni all’ambiente.

L’iniziativa “V-Oli-amo RICICLARE” fortemente sostenuta dal consigliere Fabrizio Cadili del 1° municipio “Centro storico”, consentirà ai catanesi di poter conferire la preziosa risorsa naturale nell’apposito contenitore per la raccolta dell’olio vegetale domestico impiegato precedentemente per la preparazione dei cibi.

L’OLIO ALIMENTARE ESAUSTO: VERA FONTE DI RECUPERO E RICICLO

Gli operatori Dusty presenti all’iniziativa “V-Oli-amo Riciclare” spiegheranno ai cittadini residenti di Catania le corrette modalità di conferimento dell’olio per evitare l’erroneo smaltimento che provoca gravissimi danni irreparabili alla flora e alla fauna acquatica.

L’olio conferito nel contenitore dedicato alla raccolta potrà essere avviato a recupero e trasformato in carburante biodiesel o sfruttato per la preparazione di creme o per la realizzazione di lubrificanti, glicerina per la saponificazione, ed ancora per il combustibile per il recupero energetico.

Si stima infatti, che in Italia si consumano circa 25 chili di olio vegetale a testa ogni anno. Eppure, ad oggi, solo un quarto circa di questo scarto viene raccolto in modo corretto. Ma si stanno facendo grandi passi avanti da questo punto di vista. Il 90% dello scarto raccolto nel 2017 è stato utilizzato per la produzione di biodiesel.